Roma, Fassina a Renzi: "Parole irresponsabili. Il partito sostiene Marino, lui parli chiaramente"

17 giugno 2015, Marco Guerra
“Il partito sostiene Marino, se Renzi vuole commissariare Roma lo dica chiaramente”. Sentito da IntelligoNews, l’esponente della minoranza interna dem, Stefano Fassina, esorta il premier a sciogliere ogni riserva sul futuro della
Roma, Fassina a Renzi: 'Parole irresponsabili. Il partito sostiene Marino, lui parli chiaramente'
giunta Marino per dare certezze a migliaia di lavoratori in bilico e ad un città che aspetta di essere governata.

Renzi ha detto “se Marino è capace di andare avanti bene altrimenti a casa”. Fassina, perché non le sono piaciute queste parole?

“Il Pd dovrebbe fare una scelta chiara, in questo momento non serve logorare l’amministrazione Marino. Le parole del presidente del Consiglio sono irresponsabili perché infondono incertezza”.

Lei però continua sostenere con forza Marino, vero?  

“Marino continua a rappresentare un taglio netto con il sistema degenerato che sta emergendo in questi mesi difficilissimi. Ma, ribadisco, se Renzi pensa che non ci siano le condizioni per andare avanti lo dica chiaramente, evitando attacchi quotidiani che colpiscono la città di Roma e i lavoratori. Solo ieri ho incentrato 2800 dipendenti della Multiservizi che sono appesi ad situazione di incertezza e rischiano di perdere il posto di lavoro”.

E il resto del partito come la pensa? La questione romana crea imbarazzo a tutto il Pd?

“Abbiamo fatto una direzione nazionale in cui ci siamo detti contrari ad un commissariamento e si è espresso un chiaro sostegno alla giunta Marino. Dopo di che, se il presidente del Consiglio fa una valutazione diversa dal suo partito dovrebbe dirlo subito, invece di comunicarlo sui giornali o nei talk show minando giorno per giorno la credibilità della giunta. Insomma per il bene della capitale il premer ha il dovere di esprimersi una volta per tutte sull’attuale amministrazione di Roma”.

Si ma al di là del premier, anche in alcune dichiarazioni rilasciate ad Intelligonews diversi consiglieri comunali affermano che il processo decisionale della macchina comunale è ormai condizionato dalle inchieste e dal clima di sospetto. È  possibile governare una città in queste condizioni?

“Le condizioni per governare serenamente e per votare importanti delibere indubbiamente non ci sono. Le condizioni per andare avanti ci possono essere solo se c’è un gioco di squadra tra amministrazione, partito romano e partito nazionale. Senza questo sforzo comune diventa molto difficile”.
autore / Marco Guerra
Marco Guerra
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]