Conflitti di interesse o premier inconsistente? Governo croato cade sulla fiducia

17 giugno 2016 ore 12:35, Americo Mascarucci
E' caos politico in Croazia, il Paese si avvia verso nuove probabili elezioni fra maggioranze disomogenee, accuse di conflitti di interesse e scandali.
Il primo ministro della Croazia, Tim Oreskovic, è stato sfiduciato in Parlamento con la maggioranza di voti, 126 deputati su 151. 
Il governo Oreskovic era nato appena cinque mesi fa da un accordo post-elettorale tra il centro-destra e il nuovo partito centrista e populista Most (Ponte).
È stato il partito di maggioranza relativa, l'Unione democratica croata (Hdz), che solo sei mesi fa aveva nominato il manager canadese di origini croate come primo ministro, a proporre la mozione di sfiducia al proprio premier e governo. 
L'Hdz ha accusato il premier di non aver svolto in modo funzionale il suo ruolo, di essersi occupato di tutto tranne che dell'economia, di aver tentato di abusare dei servizi segreti e di essersi mostrato politicamente sprovveduto. 
Oreskovic, va detto, era alla sua prima esperienza politica.
L'ex Premier da parte sua ha indicato come unico responsabile della crisi il vicepremier Tomislav Karamarko, capo dell'Hdz, che ieri si è dimesso per un caso di conflitto d'interessi relativo all'indipendenza energetica del Paese che vede coinvolta la moglie.  "Questo governo è caduto a causa degli interessi di alcuni individui. Ho provato a fermarlo, e questa è stata la mia unica colpa", ha dichiarato Oreskovic, alludendo a Karamarko.

In realtà la caduta del governo è conseguenza della complicata e strana coalizione formatasi dopo che alle elezioni del novembre 2015 nessuna forza politica aveva ottenuto i voti necessari per governare.
Una coalizione disomogenea quasi divisa su tutto, tenuta insieme soltanto dalla volontà di scongiurare nuove elezioni ma che di fatto è stata spesso bloccata da veti incrociati e divergenze di vedute su molte questioni anche di una certa rilevanza.
Conflitti di interesse o premier inconsistente? Governo croato cade sulla fiducia
La Hdz ha annunciato ora il tentativo di formare un nuovo governo, ma alcuni analisti dubitano che riuscirà a radunare una maggioranza parlamentare sufficiente. Se così non fosse, la Croazia andrà a nuove elezioni il prossimo autunno.
 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]