Anvitha, la sviluppatrice autodidatta di Apple: a nove anni tra i migliori al WWDC

17 giugno 2016 ore 22:50, intelligo
di Luciana Palmacci  

Australiana di origini indiane, Anvitha Vijay è la più giovane programmatrice del Worldwide Developer Conference, l’evento con cui Apple ogni anno incontra i creatori di app iOS più talentuosi e creativi del mondo. Ha soltanto nove anni e ha imparato a programmare all'età di sette guardando tutorial su YouTube. Un’autodidatta che da sola ha acquisito le competenze basilari e ha costruito la sua prima app: Smartkins Animals, una flashcard con più di cento animali pensata per far aiutare i bambini nell'apprendimento. L’app l’ha candidata a una delle 350 borse di studio messe a disposizione da Cupertino per partecipare all'evento; un modo per agevolare gli studenti e i programmatori che altrimenti dovrebbero pagare 1.600 dollari solo per il biglietto. 
Anvitha, la sviluppatrice autodidatta di Apple: a nove anni tra i migliori al WWDC

Per caricare la propria creazione sull'App Store, Anvitha ha dovuto utilizzare l'account di sua madre, dal momento che gli account iTunes sono riservati ai maggiori di 13 anni. La creazione è piaciuta molto ai responsabili della formazione di Apple, compreso il numero uno Tim Cook, che sorpreso non poteva aspettarsi che tra i 120 vincitori under 18 di quest'anno ce ne fosse uno che non ha ancora terminato la scuola primaria. "È una persona simpatica e gentile, è stato un piacere conoscerlo ed un onore essere qui in mezzo a tanta gente. Questo però è solo l'inizio, c'è ancora tanto da imparare", ha raccontato Anvitha ora è già pronta a creare la sua seconda app: si chiamerà GoalsHi e aiuterà gli studenti a migliorare la loro preparazione scolastica. 

Giovanissima ma convinta che la tecnologia possa aiutare i bambini a capire e sfruttare il proprio potenziale. Così, accompagnata da mamma e papà, Anvitha siede tra i veterani dei codici, distribuendo bigliettini da visita e parlando dei suoi progetti. "Programmare è impegnativo", ha detto in un'intervista a Fortune, "ma sono felice di aver continuato”. Convinta Anvitha continuerà per la sua strada sempre pronta ad aiutare i suoi coetanei, naturalmente con un'app.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]