Merola-Borgonzoni, Vinci (Lega): “Svolta possibile. Oggi nel circolo sportivo con Salvini per colpa dei centri sociali"

17 giugno 2016 ore 13:06, Lucia Bigozzi
“La svolta a Bologna è possibile: oggi con Salvini e Borgonzoni chiuderemo in un circolo sportivo alle porte della città per evitare contestazioni da parte dei centri sociali”. Scelta tattica che Gianluca Vinci, segretario regionale della Lega Nord Emilia-Romagna anticipa a Intelligonews analizzando la sfida elettorale alla vigilia del ballottaggio. 

Lucia Borgonzoni chiuderà la campagna elettorale non in una piazza di Bologna. Perché? E’ una scelta simbolica o pratica?

"Con Lucia chiuderemo la campagna elettorale insieme a Matteo Salvini al Terra Verde che è un circolo sportivo a Castelmaggiore, appena fuori Bologna. E’ una scelta sia strategica che obbligata, per due motivi. Il primo: evitare contestazioni da parte dei centri sociali che hanno sempre preso di mira Matteo Salvini quando è venuto a Bologna. Il secondo: per dimostrare che abbiamo anche un elettorato moderato e quindi togliere via questa conflittualità alla quale ci costringono i centri sociali quando ci spostiamo nelle zone centrali della città. Magari fra qualche giorno potremmo farlo con più tranquillità ma oggi, per evitare scontri con questi poveri ‘sfigati’ andiamo in un ambiente più riservato".
 
Merola-Borgonzoni, Vinci (Lega): “Svolta possibile. Oggi nel circolo sportivo con Salvini per colpa dei centri sociali'
La presenza di Salvini assegna al ballottaggio un valore politico in più: segno che sentite possibile la svolta? 

"Noi l’abbiamo sentita possibile fin dall’inizio. Matteo viene perché è una sfida molto importante e Lucia è una nostra candidata, nel senso di tesserata ed esponente della Lega; quindi la sentiamo come una battaglia nostra e soprattutto anche Bologna dopo tanti anni, potrebbe tornare al centrodestra con una ventata di innovazione, sicurezza, pulizia che noi proponiamo". 

Come commenta le telefonate del ministro Boschi ai romani con l’invito a votare Giachetti?

"Ritengo che sia ridicolo perché i politici devono avere il contatto diretto con le persone, sia per confrontarsi sulle cose concrete, sia perché se uno vuole ci mette la faccia e si mette davanti al proprio elettorato anche per poi avere delle risposte negative. Un’iniziativa di questo tipo da noi sarebbe impensabile: Matteo Salvini gira le piazze, altrettanto facciamo tutti noi e accettiamo un confronto diretto coi cittadini. Quanto accaduto a Roma mi sembra un ultimo tentativo disperato per salvare una città che ormai è persa, ma non è questione di una campagna elettorale bensì di una cattiva gestione di Roma ormai da anni".

Perché o su cosa la Borgonzoni vincerà?

"Noi come Movimento e proposta per Lucia puntiamo molto sulla sicurezza e sulla pulizia della città. Attualmente Bologna è invivibile: se uno va in giro di notte trova balordi, trova persone di malaffare e anche di giorno si vede un degrado abbastanza diffuso. Quello che propone Lucia, che proponiamo noi e la gente che la voterà è una Bologna che possa rinascere come è rinata Padova, Verona, dopo l’avvento di uno dei nostri sindaci, ovvero una città più pulita e più sicura. A questo si aggiungono le nostre proposte sulle tasse locali e sul turismo, ma diciamo che tutto parte dall’avere una città più pulita e più sicura". 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]