CasaPound Vs Boldrini: “Cittadinanza prima degli sbarchi a questo punto. Giovani Erasmus? Senza lavoro”

17 giugno 2016 ore 20:33, intelligo
di Luciana Palmacci  

I veri cittadini europei sono quelli che si riconoscono nelle bandiere nazionali macchiate del sangue degli eroi” questa la risposta di Simone Di Stefano, vice-presidente di CasaPound, alla presidente della Camera Laura Boldrini che ha lanciato online sul sito della Camera la campagna #cambiaquestaeuropa, una consultazione su cosa ci piace di questa Europa, e cosa no; come la sognano gli italiani e come vorrebbero cambiarla. 
CasaPound Vs Boldrini: “Cittadinanza prima degli sbarchi a questo punto. Giovani Erasmus? Senza lavoro”

La Boldrini con l’iniziativa #cambiaquestaeuropa ha detto che senza cittadini partecipativi una nuova Europa non potrà esserci. Secondo lei cosa voleva intendere con questa affermazione? Che tipo di Europa vuole la Boldrini? 
“Non so quale nuova Europa vuole, non si capisce perché non le dovrebbe andar bene quella che già c’è visto che rispecchia in pieno ciò che la Boldrini propone, ovvero una sostituzione dei popoli autoctoni che saremmo noi, con migliaia se non milioni di immigrati, un mercato libero che pone le nostre nazioni schiave di tutto il mondo di chi vieni qui a fare concorrenza sleale. Questa è un Europa perfetta per la Boldrini quindi non si capisce cosa voglia di nuovo; forse togliere ancora più frontiere, ma ormai non ne rimangono più”.  

“I veri cittadini europei sono quelli che hanno fatto l’Erasmus” ha detto sempre la Boldrini. Cosa starebbe a significare? Che gli altri non lo sono? 
"I veri cittadini europei sono quelli che si riconoscono nelle bandiere nazionali che sono macchiate del sangue degli eroi che sono morti, come i nostri padri, i nostri nonni e bisnonni, per disegnare i confini di quelle nazioni e per creare all'interno degli Stati. Chi ha fatto l’Erasmus ha fatto una gita lontano da casa dove ha studiato, si è divertito all'estero e, comunque, non troverà lavoro perché questa Europa non ha niente da offrire a nessuno. Per cui questa affermazione mi sembra di una banalità sconcertante".

Ha detto anche di velocizzare al Senato la cittadinanza agli immigrati? Dopo le unioni civili quindi dobbiamo aspettarci anche questo? 
"Certo, loro vorrebbero dare cittadinanza immediata a chiunque entra in questa nazione, forse nemmeno aspettando che facciano i figli con lo ius soli. Forse vorrebbero dargliela addirittura prima che sbarchino, non so, potremmo andare sulle coste dell’Africa e regalare la cittadinanza a tutti, così appena arriveranno qui potranno votare per la Boldrini. Ovviamente speriamo che questo governo se ne vada a casa con l’Europa al più presto, prima che questi pazzi possano mettere in atto simili politiche. Ricordo a tutti di non disperare, perché da queste cose si può tornare indietro, uno ius soli può essere cancellato, una cittadinanza può essere revocata, perché tutti quanti noi abbiamo una storia per cui anche se riusciranno a far in modo che chiunque venga da un altro paese possa definirsi italiano, noi quella cittadinanza potremo revocarla prima o poi".
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]