No Alfano, no governo?

17 luglio 2013 ore 12:13, Marta Moriconi
No Alfano, no governo?
Il governo venerdì alla prova della fiducia. E sarà un venerdì davvero nero per Enrico Letta, perché l’esecutivo affronterà con molta probabilità la giornata più delicata della sua breve vita.
Dentro il Pd infatti soffiano venti di tempesta. La sfida Renzi-Letta è su tutti i giornali. E il premier è stretto in una tenaglia: da una parte il sindaco di Firenze, appunto,  dall’altra parte la minoranza filo-grillina guidata da Felice Casson. La situazione, in pratica, sarebbe questa: il pressing esercitato su Enrico Letta punterebbe a convincerlo a chiedere ad Angelino Alfano, suo vicepremier e suo ministro dell’Interno, di mollare la poltrona del Viminale. Alfano a quel punto conserverebbe solo quella da vicepremier. E qui va ricordato il tweet di Francesco Storace che ieri ha twittato: “Ad Alfano succede come a Fini. Leader di partito, vicepremier e ministro. Si perde il controllo di tutto. E al Viminale 24 ore sono poche”. Polemica che non sarebbe solo del leader de La Destra, ma di una buona parte del Pdl.  Quella parte che in privato, a telecamere e microfoni spenti,  dice: Alfano paga volontà di resistere al comando di più incarichi. E proprio in queste ore scopriremo tutte le sfumature dello scenario. Perché il Pdl, almeno ufficialmente, sta facendo quadrato. La replica del partito di Angelino è semplice: “No Alfano, no governo”.  E cosa significherebbe per il premier una crisi di governo, lo sa lui e lo sa… Renzi.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]