E Frattini se n'è anNATO

17 luglio 2013 ore 14:04, Francesca Siciliano
E Frattini se n'è anNATO
I tedeschi colpiscono ancora. Nel mirino sempre noi, gli italiani. Non importa se per questioni inerenti lo spread o per il nostro stile di vita poco sobrio rispetto al loro. La parola d'ordine è mettere i bastoni tra le ruote (con nochalance, of course) a noi, gli eredi di Dante Alighieri. Sembra quasi di sentirli: è sempre meglio tenere gli italiani nel cono d'ombra, è sempre meglio non farli mettere in mostra, non darci soddisfazioni a livello europeo, né internazionale.
È di queste ore, infatti, lo spiffero giunto nella redazione di IntelligoNews: la scalata di Franco Frattini alla Nato potrebbe essere seriamente compromessa. L'ex ministro degli Esteri del governo Berlusconi che sembrava dato per certo come il prossimo Segretario Generale dell'Organizzazione che diede la luce il Patto Atlantico, potrebbe non farcela. Sembrano salire proprio in queste ore, infatti, le quotazioni del ministro della Difesa di Angela Merkel, tale Thomas de Maizière. Insidia tedesca, dunque. Un vero e proprio colpo basso per Franco Frattini che ora deve tentare il tutto per tutto e correre ai ripari. Se non altro per rivendicare (a sé stesso) una posizione. Non si è fatto ricandidare tra le fila del Pdl per evitare di svolgere un ruolo troppo politico nel panorama italiano. Si è dimesso, pur non essendo obbligato, dalla presidenza della Fondazione De Gasperi per evitare di svolgere un ruolo troppo a contatto con il Palazzo. Ma non solo: negli ultimi 12 mesi ha cercato di ammorbidire le sue posizioni politiche, tentando l'approccio con Monti, non schierandosi mai contro il Pd (anche quando l'etichetta di partito l'avrebbe richiesto) e prendendo le distanze dai falchi del Pdl che lo hanno bollato come un fautore della politica maanchista. E ora, dopo tutto questo bel daffare, uno degli scranni più prestigiosi internazionalmente e sul quale da mesi era convinto di approdare, sembra stia per essergli scippato da sotto il naso da un crucco.        
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]