La De Micheli "leggera"

17 luglio 2013 ore 14:58, intelligo
La De Micheli 'leggera'
Paola De Micheli, da un po’, si è trasformata. E’ una delle nuove donne elette del Pd (insieme alla Bonafè, alla Moretti) che piacciono molto al Cavaliere e adesso si capisce anche il perché.
Delle due l’una. O la De Micheli ultimamente si è innamorata e, quindi, rifiorita, rigenerata; o si tratta dell’effetto tv. Magico tubo catodico che compie sempre miracoli, nel nome e nel segno del dio “Io”. Virus in action non è stato nelle mani in mano: l’ha intercettata nei meandri del Transatlantico: allegra, solare, pimpante, dentro abiti che non confermano certamente lo stile aziendale-progressista o “scaciato” post-moderno, modello-volontariato-Agesci, o centro sociale-radical-chic o versione onlus etnica; o modello-suora laica (capostipite la Serracchiani, psico-nipote naturale e adottiva di Rosy Bindi, con la evidente scissione tra il parlato, le parole che dice e la fissità della bocca, ferma come Mario Capanna). Abiti, quelli della De Micheli che vanno direttamente a colludere e competere con le pidielline, ma con maggiore sobrietà e leggerezza, maggiore minimalismo. Svolazzando alla Camera la De Micheli ha sfoggiato una magliettina bianca attillata con lievi fessure, tanto per intravedere, e vedere un corpo sicuramente in aritmetico dimagrimento, blue jeans azzurri e zatteroni ai piedi. Che per lei piccoletta sicuramente sarà stato un problema governare. Problema superato con leggerezza.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]