Tensione a Quinto di Treviso, aspettando Salvini: fuoco ai letti dei migranti

17 luglio 2015, Marta Moriconi
Tensione a Quinto di Treviso, aspettando Salvini: fuoco ai letti dei migranti
I residenti di un quartiere di Quinto di Treviso contro la prefettura. Il loro no è all'arrivo di un centinaio di profughi in una trentina di appartamenti sfitti negli immobili. Lì vivrebbero anche dieci famiglie di nazionalità italiana. 

La protesta ha assunto forme sempre più grandi. Si parlava ieri di un gruppo di cittadini che sarebbe entrato nell'alloggio destinato ai richiedenti asilo tentando di bruciare all'esterno i mobili e televisori. Almeno così raccontano i giornali locali. 
 
Oggi continua la tensione nei luoghi dell'accoglienza ai 101 profughi. Anche se sorvegliati da polizia e carabinieri i residenti del quartiere hanno fatto muro contro gli addetti della cooperativa che hanno in carico i migranti. Obiettivo: non fargli arrivare una cesta di cibo

E c'è stato anche chi avrebbe bruciato i materassi su cui avrebbero dovuto riposare i profughi. 

Questa la rabbia scatenata dalla possibilità che la faccenda non sia affatto provvisoria e innescata anche dal timore di vedersi svalutate le case nei dintorni, tanto più che il quartiere adotterà questo sistema di accoglienza, non provvisoria. Si parla di una presunta convenzione fra la società immobiliare proprietaria dei condomini e una cooperativa sociale incaricata della gestione dei rifugiati. 
 
Tutto questo in attesa che sabato arrivi Matteo Salvini che intanto solidarizza con le famiglie di Quinto di Treviso: "Via il prefetto se non è in grado di gestire. Questi immigrati devono andar via. Sia chiaro: noi non avalliamo alcun tipo di violenza". E il Presidente della Regione Veneto gli da man forte: "Ci hanno dormito sopra per quattro anni, stiamo africanizzando il Veneto"  e "se fossi un sindaco farei un’ordinanza di sgombero. I sindaci sono eletti dal popolo e i prefetti non mi risulta si siano mai candidati. Qui comandiamo noi".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]