Unioni civili, Concia: "Strumento prezioso per costruire società del rispetto. E serve legge su omofobia"

17 maggio 2016 ore 13:40, Marco Guerra
“Le discriminazioni esistono ancora, anche nei Paesi che hanno approvato i matrimoni per le coppie dello stesso sesso, per questo serve una legge sull’omofobia”. Nella giornata internazionale contro l’omofobia, l’ex parlamentare del Pd e attivista per i diritti gay Paola Concia su IntelligoNews esorta il Parlamento ad approvare il prima possibile la legge per il contrasto all’omofobia (ddl Scalfarotto) ferma in Senato. 

Questa giornata contro l’omofobia ha un sapore diverso quest’anno? 
“Beh certo, diciamo che la legge sulle unioni civili è uno strumento preziosissimo per costruire una società in cui ci sia maggior rispetto per gli omosessuali. Ciò non toglie che tutti i Paesi che hanno una legge sulle unioni civili ne hanno anche una sull’omofobia. L’una non sostituisce l’altra”. 

Quindi lei chiede di accelerare sul ddl Scalfarotto fermo in Senato? 
“Io dico solamente facessero una legge, però la legge sulle unioni civili è già uno strumento potentissimo. Dopo di che, ripeto, tutti i
Unioni civili, Concia: 'Strumento prezioso per costruire società del rispetto. E serve legge su omofobia'
Paesi che riconoscono le unioni civili hanno anche una legge sull’omofobia, perché purtroppo la violenza verso chi è diverso esiste anche in quei Paesi che hanno il matrimonio egualitario e la contrastano in questo modo, appunto facendo leggi contro l’omofobia”.
 
Quindi serve una legge contro l’incitamento alla violenza non contro i reati di opinione?
“No, io non sto dicendo questo. Una legge come l’hanno pensata al Senato, insomma facessero una legge io non dico altro. La facessero loro… io non dico come deve essere fatta, ma la facessero!”.

Bagnasco oggi ha detto che il vero obiettivo delle unioni civili è arrivare alla legittimazione dell’utero in affitto. Come commenta il presidente delle Cei?
“Non mi interessa quello che dice Bagnasco. C’è uno Stato che fa le leggi, abbiamo uno Stato laico. Il presidente del Consiglio ha detto che ha giurato sulla Costituzione e non sul Vangelo, come tutti i presidenti del Consiglio d’altra parte. Io sono d’accordo con lui punto e basta”.

Ma lei è mai stata vittima di discriminazioni di segno omofobo e più ingenerale la comunità lgbt è ancora costretta a subire violenze e disparità di trattamenti? 
“Lei sa bene quanto questi fenomeni accadano sempre, quindi non è importante se li abbia subiti io in prima persona. Sicuramente però accadono ancora”. 

autore / Marco Guerra
Marco Guerra
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]