Rivoluzione Pinotti: dalle caserme agli F-35, come cambia la Difesa

17 marzo 2014 ore 17:02, Andrea De Angelis
Rivoluzione Pinotti: dalle caserme agli F-35, come cambia la Difesa
Nel giorno in cui si celebra il 153° anniversario dell'Unità d'Italia, il ministro della Difesa Pinotti ha annunciato un drastico taglio dei costi del suo settore. Il piano è stato presentato con un messaggio tipico dello stile renziano: "Tre 'R' per ridurre i costi".  Analizziamole dunque i tre punti indicati da una lettera che è, casualità, anche quella dell'iniziale del Presidente del Consiglio, della "review", ma soprattutto di "rottamazione" e "riforme". In questo caso si tratta di "Ripensare, Ridurre, Rivedere": sono queste le tre 'r' che in dieci anni, secondo il ministro, rivoluzioneranno la Difesa italiana. L'obiettivo è di avere, nel 2024, 150.000 soldati, contro i 190.000 di oggi, arrivando già in pochi anni a una diminuzione del 10%. Altro punto fondamentale è la chiusura di 385 tra caserme e presidi. "Entro un mese porterò il provvedimento in Consiglio dei Ministri per arrivare in breve tempo alle dismissioni", ha annunciato Pinotti.
Rivoluzione Pinotti: dalle caserme agli F-35, come cambia la Difesa
Infine l'annuncio relativo agli F-35, il cui ordine di acquisto di 90 unità voluto dal ministro Mauro suscitò tante polemiche nei mesi passati. Per l'attuale titolare della Difesa quell'ordine si deve ripensare, si può ridurre: "Dobbiamo chiederci che tipo di difesa vogliamo, quale tipo di protezione ci può servire", ha concluso.  
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]