La Juve sfiora il miracolo. Marotta: "Puniti dall'arbitro, tutelare il nostro calcio"

17 marzo 2016 ore 21:57, Andrea Barcariol
Si è fermata a 170 secondi dall'impresa. La Juventus abbandona l'Allianz Arena consapevole di aver sfiorato una storica qualificazione. Orgoglio, ma anche tanta rabbia, soprattutto nei confronti dell'arbitro, reo di aver annullato per fuorigioco un gol valido a Morata che invece era in gioco di 90 cm. Un episodio su cui si è fermato Giuseppe Marotta, amministratore delegato della Juve: «Il nostro calcio va tutelato. Anche qua, nella gara di ritorno, ci sono stati episodi che ci hanno danneggiato: la rete di Morata, quella che ci avrebbe portato sul 2 a 0 prima, era regolare, non ci sono dubbi. Senza contare un rosso non dato a Kimmich per una gomitata ad Alex Sandro e, poi, il fallo dello stesso Kimmich su Pogba in occasione dell’azione che ha portato il Bayern sul 4 a 2 chiudendo, di fatto, i conti...».  Episodi che arrivano a poche settimane di distanza di Roma - Real Madrid, anche in quel caso una formazione italiana, contro una big europea, fu sfavorita con due calci di rigori evidenti negati all'Olimpico.

La Juve sfiora il miracolo. Marotta: 'Puniti dall'arbitro, tutelare il nostro calcio'
Pronta la risposta di Pep Guardiola, tecnico dei bavaresi «La Juve è troppo grande, ha una storia troppo importante e non si può lamentare. Quando una squadra esce deve fare i complimenti agli avversari come noi abbiamo fatto l’anno scorso al Barcellona. Hanno avuto la palla per fare il terzo gol, con Cuadrado e con Morata: forse non era in fuorigioco il gol annullato a Morata ma sono cose che succedono nel calcio». Il tecnico della Juve, Massimiliano Allegri ha invece evitato le polemiche e sottolineato il grande rammarico per l'occasione sprecata: "Dispiace essere eliminati dopo una prestazione del genere. E' inutile parlare dell'arbitro. Abbiamo fatto molto bene contro un Bayern che ha giocatori straordinari. Siamo stati ordinati, Buffon non ha fatto grandissime parate: a un minuto dalla fine del primo tempo Neuer li ha tenuti in piedi, poi Morata ha avuto altre due palle gol per chiuderla, lo stesso si può dire nel supplementare con l'occasione di Lichtsteiner. Potevamo riaprirla anche dopo il 4-2, faccio i complimenti ai ragazzi: ho visto una prestazione di personalità in attacco e in difesa, a un minuto e mezzo dalla fine avremmo dovuto gestire meglio il pallone in fase di uscita". Ad Evra saranno fischiate le orecchie...
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]