Una cavigliera contro i crimini legati all'abuso di alcool

17 novembre 2014 ore 15:24, intelligo
Secondo Bernard Hogan-Howe, commissario di polizia di Londra, circa l’80-90% degli arresti serali e notturni nella metropoli sarebbero connessi all’eccesso di alcool. “Il problema si può letteralmente annusare nell’aria”, ha detto al quotidiano The Guardian.  

Una cavigliera contro i crimini legati all'abuso di alcool

  Parole ascoltate evidentemente anche da David Cameron che sembrerebbe aver intenzione, come riportato da L'Huffington Post, di utilizzare uno strumento già diffuso negli Stati Uniti per arginare l'annoso problema. La "cavigliera della sobrietà" è una targhetta elettronica che si porta alla caviglia e che permette, attraverso la sudorazione, di controllare ogni mezz'ora la percentuale di alcool presente nel corpo di chi la indossa. Trattandosi di uno strumento elettronico, la stessa permetterebbe di far arrivare rapidamente il riscontro a un database, per poi essere scaricata e controllata dalle persone incaricate. Un modo questo per scegliere la "condanna alla sobrietà" come pena alternativa alla detenzione. Se qualcuno si dovesse mostrare recidivo, si potrà poi intervenire con sanzioni amministrative ed eventualmente con il carcere. In caso contrario la persona avrebbe già espiato la propria pena. A.De.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]