Arriva Genuino 101, come funziona la scheda "figlia" di Arduino e Intel

17 ottobre 2015, Americo Mascarucci
Arriva Genuino 101, come funziona la scheda 'figlia' di Arduino e Intel
Alla Maker Fair di Roma, la Fiera europea dell’artigianato digitale inaugurata oggi presso l’Università la Sapienza di Roma  ha fatto il suo esordio Genuino 101 ossia la prima scheda di sviluppo ideale per l’apprendimento, per i maker principianti e gli ambienti didattici. 

Il progetto nasce dall’incontro dell’hardware “Arduino” di Massimo Banzi e Intel, l’azienda produttrice dei processori. Genuino 101 è basata sul modulo Intel Curie il piccolissimo processore destinato ai dispositivi connessi, fino ad ora mai usato su schede prodotte in larga scala.

Genuino 101 potrà essere utilizzata per realizzare prototipi decisamente avanzati e connessi, con una potenza di calcolo sorprendente e un modulo bluetooth BLE a bordo. 

La scheda sarà venduta nel primo trimestre del 2016 ad un prezzo equivalente a quello delle schede entry oggi disponibili sul mercato, 30 dollari o 27 euro

A bordo oltre al Bluetooth si trovano anche un accelerometro e un giroscopio, elementi questi che faranno risparmiare un po’ di soldi a chi prima doveva acquistare “shield” separate per aggiungere sensori e connettività. 
Gli ingressi e le uscite resteranno analogici, gli stessi di una classica scheda Arduino e per la programmazione si dovrà  usare il classico IDE opensource con Sketch caricati tramite USB.

Genuino 101, oltre ai makers, è destinata anche alle scuole: sarà usata nel programma di digitalizzazione chiamato "physical computin" sviluppato e testato da Arduino ed attualmente implementato in oltre trecento scuole nel mondo, numero che Intel e Arduino vogliono far crescere nei prossimi anni per formare una “nuova generazione di professionisti, imprenditori ed inventori nel settore della tecnologia". 

Per gli appassionati dei reality, inoltre, la scheda basata su Intel Curie sarà lo strumento utilizzato in America’s Greatest Makers, una sorta di reality in stile Masterchef dove al posto del cibo si dovranno creare oggetti rivoluzionari. 

“Abbiamo collaborato strettamente con Intel allo sviluppo di questa scheda e stiamo ampliando il nostro programma didattico per incorporare la connettività e le funzionalità avanzate attese dagli studenti e dagli sviluppatori - ha affermato Massimo Banzi, cofondatore e CEO di Arduino.cc. - Attraverso il nostro lavoro con Intel, saremo in grado di raggiungere una comunità globale di maker entry-level e di studenti con un'introduzione completa al physical computing e proponiamo oggi una soluzione tecnologica potente e più avanzata che li aiuterà a trasformare in realtà le loro visioni creative”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]