Servizi Premium, Antitrust multa i gestori telefonici: quest'anno è la terza volta

17 ottobre 2015, Adriano Scianca
Servizi Premium, Antitrust multa i gestori telefonici: quest'anno è la terza volta
Ancora una multa per le compagnie telefoniche, ancora l'accusa di addebitare agli utenti servizi non richiesti, con conseguente aumento delle tariffe. L’Autorità garante della concorrenza ha irrogato una multa complessiva da 1,73 milioni a quattro operatori telefonici - Telecom (583mila euro), Wind (350mila), Vodafone (400mila) e H3G (400mila). 

Sotto accusa la brutta abitudine dei gestori telefonici di fornire agli utenti di telefonia mobile servizi a sovrapprezzo non richiesti o richiesti inconsapevolmente, addebitando i costi sul credito telefonico. Già il 13 gennaio scorso l'Antitrust aveva bacchettato le compagnie. Ora è stato accertato che in questi nove mesi gli operatori non hanno cercato in alcun modo di tutelare maggiormente i propri clienti. 

Nel corso del 2014, infatti, l'Authority ha ricevuto una serie di segnalazioni da parte di associazioni di consumatori e semplici utenti, in cui si denunciava l'attivazione non richiesta di servizi a sovrapprezzo (i cosiddetti servizi premium, quali giochi e video) accessibili durante la navigazione in mobilità mediante banner, pop up e landing page. 

Dopo le sanzioni di gennaio, ribadite oggi, anche a marzo Telecom, Tim e Wind erano stati multati dall’Authority per un totale di quasi 1,5 milioni per aver messo in atto pratiche commerciali scorrette. Per Telecom e Vodafone la sanzione riguardava la trasformazione dei servizi di reperibilità da gratuiti a pagamento. A Wind era stata invece contestata l’attivazione unilaterale di un servizio oneroso denominato “Service card” a carico dei clienti di telefonia mobile.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]