Trump donnaiolo, Clinton dopata: la campagna Usa 2016 è volgare

17 ottobre 2016 ore 11:04, Andrea Barcariol
Invoca il test antidoping, come se fosse un ciclista sconfitto all'ultimo Tour de France. Donald Trump le sta provando tutte per recuperare il margine di svantaggio rispetto a Hillary Clinton che, secondo gli ultimi sondaggi, è avanti tra i 4 e gli 11 punti. Il Tycoon è in palese affanno a causa delle pressioni per le nuove accuse di molestie sessuali e la sua popolarità nell'elettorato femminile è ai minimi storici. Anche i due duelli televisivi non sono andati bene e, in vista dell'ultimo dibattito, in programma il 19 ottobre, Trump ha lanciato la proposta choc durante una manifestazione nel New Hampshire: "Noi siamo come atleti e gli atleti fanno test antidoping. Io penso che dovremmo fare test contro i farmaci prima dei dibattiti. Perché non si fanno?", si è chiesto, insinuando che forse la rivale democratica si aiuti in qualche modo. "Non so cosa sia successo con lei ma all'inizio dell'ultimo dibattito lei era tutta vivace e scoppiettante. Alla fine era ridotta come se fosse senza forze".

Trump donnaiolo, Clinton dopata: la campagna Usa 2016 è volgare
Le brutte notizie comunque sembrano non finire per il candidato repubblicano. E' spuntata, infatti, la nona donna che accusa Trump di molestie sessuali: si tratta di Cathy Heller, 63enne, di New York. L'evento risale al 1997 a un pranzo per la festa della mamma dove il miliardario avrebbe tentato ripetutamente di baciare la donna.
Capitolo sondaggi: per 'Nbc/Wall Street Journal' la candidata democratica è avanti di ben 11 punti (48% a 37%), margine che si riduce a soli 4 punti per il sondaggio Abc/Washington Post che da' l'ex segretario di Stato al 47% e il candidato del Grand Old Party (Gop) al 43%.




caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]