Primo trapianto di testa: nel 2017 grazie a Italia-Cina

17 settembre 2015, Americo Mascarucci
Primo trapianto di testa: nel 2017 grazie a Italia-Cina
La possibilità di trapiantare la testa su di un corpo potrebbe diventare presto una realtà se andrà a buon punto uno studio medico scientifico che si sta realizzando fra Italia e Cina. 

E’ infatti un italiano, il neurochirurgo Sergio Canavero che sta elaborando questo studio con la collaborazione di un team di cinesi.

Il primo tentativo di trapianto di testa, dovrebbe avvenire nella Università Medica di Harbin, nella Cina nord-occidentale. Accanto a Canavero, a guidare il gruppo,c’ è un chirurgo cinese, Ren Xiaoping, il quale ha confermato i piani, pur precisando che l'operazione si farà se tutti i test preparatori saranno in linea con le previsioni. "Molti media stanno dicendo che noi tenteremo l'operazione entro il 2017, ma questo accadrà solo se ogni passo prima procederà bene", ha spiegato Ren all'agenzia di stampa France Presse.

Canavero guida il Gruppo avanzato di neuromodulazione di Torino e ha annunciato il suo progetto già dal 2013, dicendo che la procedura sarebbe stata pronta al più presto nel 2016. Il trapianto di testa , che poi sarebbe più precisamente un trapianto di corpo a una testa, richiede però un donatore di corpo. 

Ren non ha precisato dove verrà trovato il corpo e ha detto di non sapere se il donatore sarà cinese. Non sarà che alla fine i corpi utilizzati per gli esperimenti saranno quelli delle persone condannate a morte e giustiziate, come avvenuto spesso in passato? Sembrerebbe di no, dal momento che il governo cinese avrebbe condannato e abolito questa prassi. Sarà davvero così? E intanto divampa la polemica sul piano prettamente etico, perché il trapianto di testa è da sempre considerata una “mostruosità” al punto che proprio intorno a questa pratica sono stati scritti libri di fantascienza o girati film horror. 

A quanto pare il confine fra fantasia e realtà si fa sempre più labile, mentre appare sempre più evidente il rischio di trasformare la realtà in un permanente set dell’orrore.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]