Russia, fossa comune con 15mila cadaveri: "Ecco i dispersi italiani"

17 settembre 2016 ore 13:58, Adriano Scianca
Tra i 15mila e i 20mila cadaveri, sepolti in una fossa comune e dimenticati, forse perché morti “scomodi” e caduti “dalla parte sbagliata”. È questa la sconvolgente scoperta fatta a Kirov, 800 chilometri a nord est di Mosca, dove sono appena state scoperte delle fosse comuni dei soldati dell'Asse, compresi italiani, rimasti sepolti per oltre 70 anni. L'area dei resti misura 500 metri di lunghezza e 100 di larghezza. Le ossa sono sepolte a una profondità di 4 metri. Tra quei soldati, anche molti soldati italiani:  Secondo le cifre ufficiali del ministero della Difesa, 88.548 italiani (su 230mila partiti) persero la vita in Russia, di questi 56.689 sono i dispersi. Ma la cifra potrebbe essere imprecisa per difetto. 

Russia, fossa comune con 15mila cadaveri: 'Ecco i dispersi italiani'
Nella zona di Kirov c’erano campi di prigionia dei soldati catturati dall’Armata Rossa. Lì sono arrivati i prigionieri ungheresi, italiani, romeni, tedeschi finiti in mani russe nel 1942-1943, durante e dopo la battaglia di Stalingrado e la liberazione di Voronezh. Fonti dell’ambasciata italiana a Mosca confermano l’avvenuto ritrovamento: “Abbiamo già preso contatti con le autorità di Kirov che ci parlano della possibilità che la fossa contenga anche i resti di nostri connazionali. Dire quanti siano e a quale reparto appartenessero, però, è ancora prematuro. Gli accertamenti richiederanno molto tempo”. 

Se degli italiani morti nei campi di prigionia la Russia ha conservato un minimo di contabilità, nulla si sa dei tanti che morirono nelle famigerate marce per raggiungere i lager: chilometri e chilometri percorsi a piedi, senza cibo, in mezzo al gelo. In moltissimi non ce l'hanno fatta e sono stati sepolti come capitava. Da Roma la vicenda è seguita da Onor Caduti, la struttura della Difesa, che recupera i resti dei nostri soldati dispersi durante la seconda guerra mondiale. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]