Napolitano è pronto a lasciare il Quirinale

18 aprile 2014 ore 15:26, Andrea De Angelis
Napolitano è pronto a lasciare il Quirinale
“Confido che stiano per realizzarsi condizioni di maggior sicurezza, nel cambiamento, per il nostro sistema politico-costituzionale, che mi consentano di prevedere un distacco comprensibile e costruttivo dalle responsabilità che un anno fa mi risolsi ad assumere entro chiari limiti di necessità istituzionale e di sostenibilità personale”. Così il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel rispondere al direttore Ferruccio De Bortoli in una lettera al Corriere della Sera. Un intervento che arriva a un anno dalla sua rielezione, la prima nella storia della Repubblica. Napolitano è consapevole che, proprio in questo arco di tempo, la sua popolarità è diminuita, ma vede questo come un prezzo da pagare per il bene dello Stato: " “Essermi a tal fine esposto personalmente, sempre nei limiti del mio ruolo costituzionale, e aver pagato allo spirito di fazione un prezzo nei consensi convenzionalmente misurabili, non mi fa dubitare della giustezza della strada seguita”.  I dubbi, semmai, sono relativi alla data di un suo possibile addio. Improbabile che avvenga prima del semestre europeo, e le possibilità che le dimissioni arrivino durante quei sei mesi sono comunque basse. Potrebbe così lasciare il timone alla fine dell'anno solare, con un discorso di fine anno che diventerebbe, gioco forza, anche il discorso di addio al Quirinale.  
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]