Alfano e l'inaccettabile violenza degli scontri a Roma. E' polemica

18 aprile 2014 ore 15:21, Marta Moriconi
Alfano e l'inaccettabile violenza degli scontri a Roma. E' polemica
Alfano è sceso in campo a difendere Roma. O smette la violenza o il centro storico di Roma sarà inaccessibile ai manifestanti. 
E per far capire che il tono è perentorio, ha mostrato le foto di "quei bravi ragazzi che si battono contro l'austerità e la precarietà", che nel corteo di sabato scorso hanno "tentato di saccheggiare" il centro della capitale e "lanciato oggetti contundenti contro la polizia". E, riferendosi al poliziotto indagato per gli episodi avvenuti sabato scorso, Alfano ha spiegato che "se qualcuno ha sbagliato se ne occuperà chi di dovere" domandando, tuttavia, "perchè i' giornali non abbiano mostrato le foto dei manifestanti" che il capo del Viminale ha fatto vedere oggi i conferenza stampa. Poi ha spiegato l'origine di quelle  foto, che sono state prese da internet e altre no: ''Non sono foto segrete della polizia, ma apparse su alcuni siti di informazione. Questi sono i bravi ragazzi che si battono contro la precarietà''. Quanto al poliziotto indagato il ministro dell'Interno ha assicurato che ''se qualcuno ha sbagliato se ne occuperà chi di dovere. Mi chiedo però perchè i giornali non abbiano mostrato le foto dei manifestanti che ho qui e si possono trovare sul web''. Soddisfatti i commercianti, "stanchi di manifestazioni violente dannose per l'accessibilità del centro storico da parte di chi ci abita e di chi ci lavora. Per non parlare dei turisti che vengono allontanati in questo modo dalla nostra città". Queste le parole  del presidente della Federmoda di Roma Massimiliano De Toma. Di tutt'altra opinione Sel, che parla di una provocazione accesa da Angelino così: "#alfanodimettiti Il Ministro dell'Interno accende la miccia della polveriera Roma e copre gli agenti violenti. #libertàdimanifestare". Il tweet è di Gianluca Peciola, capogruppo Sel in Campidoglio.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]