Follia a Eboli: protesta contro spacciatore che urina per strada. Gli massacra la faccia

18 aprile 2016 ore 10:10, Americo Mascarucci
Ha osato rimproverare un tizio che si era messo ad urinare per strada davanti agli occhi della figlia e per tutta risposta è stato massacrato di botte. 
E’ accaduto ad Eboli. Protagonista dell’assurda disavventura un operaio cinquantenne il quale mentre stava tornando a casa con la figlia minorenne si è imbattuto in un uomo, un giovane già noto alle forze dell’ordine avendo precedenti per spaccio, che stava comodamente urinando contro un muro.
L’operaio lo ha rimproverato e poi se ne è tornato tranquillamente a casa con la figlia. Poi però è nuovamente uscito e per strada, stavolta da solo, ha nuovamente incontrato il giovane urinatore il quale avendolo riconosciuto gli si sarebbe scagliato contro pestandolo di botte e lasciandolo a terra sanguinante: oltre ai cazzotti l’aggressore avrebbe utilizzato per colpirlo anche un oggetto di metallo. 
L’uomo è stato prontamente soccorso dai sanitari avvisati da alcune persone che hanno assistito alla scena e che hanno cercato di prestare le prime cure mentre l'aggressore era scappato. 
Trasportato al secondo policlinico di Napoli l'operaio è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico maxillo facciale per ricostruire parte del volto tumefatto ma saranno necessari, a detta dei sanitari, altri interventi per eliminare del tutto i segni delle violenze. 

Follia a Eboli: protesta contro spacciatore che urina per strada. Gli massacra la faccia
I carabinieri si sono messi subito alla ricerca dell’aggressore che sono riusciti ad identificare ed individuare dopo alcune ore. Sul viso anche lui aveva i segni della colluttazione con l’uomo che aveva tentato di difendersi. Dopo aver maldestramente cercato di far credere ai militari di essersi ridotto così in seguito ad una caduta è stato denunciato per aggressione, lesioni gravi ed atti osceni in luogo pubblico.
Una storia davvero assurda che ha scatenato un vespaio di polemiche. Una storia di ordinaria follia, dall'inizio alla fine; una follia iniziata con la pretesa di urinare in pubblico quasi in segno di sfida e culminato con l’aggressione ai danni di un cittadino che ha avuto il torto di protestare per quella sconcezza commessa per altro davanti agli occhi della figlia minorenne. Insomma che resta da fare in certi casi? Farsi gli affari propri? Far finta di non vedere? Fingere che tutto è normale?  Ma è davvero questa la strada giusta?
Intanto Eboli è sotto choc per questa storia di ordinaria violenza.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]