Nomine Rai, i dipendenti i grandi assenti. Usigrai Vs gli esterni: "Grave"

18 febbraio 2016 ore 14:49, intelligo
Andrea Fabiano vicedirettore a direttore di RaiUno, Ilaria Dallatana della Magnolia a RaiDue e Daria Bignardi alla guida della Terza Rete? "Nei fatti una sonora sfiducia e delegittimazione di tutti i dipendenti della Rai. Se fossero veri i nomi anticipati dalle agenzie che domani saranno proposti dal dg al consiglio di amministrazione, saremmo di fronte a un fatto grave” per l’esecutivo Usigrai che ha commentato così le proposte e scelte di Antonio Campo Dall’Orto per il rinnovo dei vertici delle reti. Anche se c'era da decidere su Angelo Teodoli da RaiDue a Rai4 e Gabriele Romagnoli direttore di RaiSport, e Giancarlo Leone coordinatore editoriale dell'offerta di tutte le reti con Antonio Marano alla presidenza di Rai Pubblicità, il piano era bello che delineato. 
Nomine Rai, i dipendenti i grandi assenti. Usigrai Vs gli esterni: 'Grave'
Il super-amministratore Antonio Campo Dall’Orto
ha super-poteri su Viale Mazzini, e può decidere in piena libertà la sua squadra editoriale e manageriale.
Con la nomina formale che arriva dopo la riunione del Cda di oggi, Vittorio di Trapani, Segretario Generale Usigrai (Europaquotidiano.it) tuona: “Salvo l’eccezione di Rai1, l’ennesima infornata di esterni. Evidentemente il dg ritiene che tra gli 11 mila dipendenti non ci sono professionisti in grado di assumere ruoli di rilievo”, , scrive in una nota il sindacato dei giornalisti. “Si dà corpo così al pregiudizio che l’Usigrai ha denunciato da subito, nei confronti di tutti coloro che in questi anni hanno lavorato per il servizio pubblico, assicurando – vogliamo ricordarlo – il primato alla Rai in termini di ascolto e credibilità”.

Ed è giusto un appello sperando che i giochi non siano già fatti. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]