"Lo chiamavano Jeeg Robot" ma il supereroe è un coatto. IL TRAILER

18 febbraio 2016 ore 16:04, Lucia Bigozzi
Chi non ricorda Jeeg Robot d’acciaio con relativa canzoncina-tormentone che accompagnava le merende pomeridiane di intere generazioni? Ecco, scordatevelo. Perché “Jeeg Robot d’acciaio...”, stavolta, non è il supereroe pazzesco, invincibile e fantasmagorico della serie giapponese di cartoon. No, è un eroe urbano: si chiama Enzo Ceccotti; un giorno entra in contatto con una sostanza radioattiva e dopo un incidente si accorge di avere una forza fuori dal comune. E’ un uomo taciturno, silenzioso ma il dono dei superpoteri rappresenta per lui una nuova opportunità per fare ancora meglio quello che già dimostra di saper fare: il delinquente. In pillole, la trama di “Lo chiamavano Jeeg Robot”, il film di Gabriele Mainetti interpretato da Claudio Santamaria, Luca Marinelli e Ilenia Pastorelli. 

'Lo chiamavano Jeeg Robot' ma il supereroe è un coatto. IL TRAILER
Lunedì sera (alle 20,30) il lancio in anteprima all’Uci Fiumara. Mainetti, regista e produttore, definisce il film “una fiaba urbana fatta di superpotenza, di cui andiamo fieri. Perché il prodotto finale è un film profondo, più umano che supereroistico, e molto italiano”. Nelle sale cinematografiche ci sarà a partire dal 25 febbraio. Santamaria, nel ruolo di Enzo Ceccotti, è un delinquente che viene dalle borgate della Capitale e vive, appunto, fuori dalla legge. Dunque, niente a che vedere con la trama nipponica dove il Jeeg Robot in questione è eroe del bene, non del male. In realtà la lettura che se ne può ricavare, sta tutta nelle parole del giovane regista per il quale Ceccotti interpreta “il supereroe è italiano, ma ha anche le fragilità dell’uomo comune, e odia il prossimo, aggiungendo con questo un elemento di grande originalità”. Chissà cosa ne pensano l’Uomo Ragno e Mazinga? Intanto gustiamoci il secondo trailer del film in uscita al cinema.


autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]