Ma che trivelle nel governo! Emiliano Vs ministro Guidi: "Quale linea? Illegittimità su isole Tremiti"

18 gennaio 2016 ore 17:02, Marta Moriconi
Mentre spunta la denuncia dei No Triv al grido di: “Il ministro Guidi sbaglia” perché “l’area interessata dal permesso di ricerca ‘B.R274.EL’, al largo delle Isole Tremiti, delle coste del Molise e dell’Abruzzo, non è tutta oltre il limite delle 12 miglia" e quindi "i tecnici del ministero dello Sviluppo economico ed il ministro Guidi hanno preso un granchio”, anche il governatore della Puglia Michele Emiliano lancia uno strale al governo. Il presidente pugliese - "outsider" piddino - invia questo messaggio alla Guidi (e a Renzi): "Qui stiamo sostanzialmente dicendo al governo, sia pure con garbo, che non ci ha fatto capire qual è la sua linea politica. Se loro pensano che la ricerca di idrocarburi sia una delle soluzioni della crisi italiana, lo devono dire e dopodiché noi valuteremo come abbiamo già fatto, se fare il referendum, iniziative politiche, dibattiti dentro il Pd''. Questo mentre aveva corso una riunione tra sindaci dei comuni garganici per individuare strategie comuni da adottare contro la decisione di autorizzare la multinazionale Petrolceltic a trivellare a largo delle isole Tremiti. 
Per Emiliano "non può accadere che tutta questa storia venga gestita negli uffici come se fossero delle pratiche
Ma che trivelle nel governo! Emiliano Vs ministro Guidi: 'Quale linea? Illegittimità su isole Tremiti'
burocratiche. Sulle isole Tremiti è stato peraltro emesso un provvedimento secondo me pieno di illegittimità". 

L'ultima volta era stato il ministro a bacchettare il governatore, rifiutando polemiche inutili: “Un polverone pretestuoso e strumentale: non c’è nessuna trivellazione”: aveva detto relativamente alle polemiche sui permessi di ricerca offshore nel mare Adriatico. E poi aveva rassicurato: “Il permesso di ricerca concesso alla società Petroceltic riguarda soltanto, e in una zona oltre le 12 miglia, la prospezione geofisica e non prevede alcuna perforazione che, comunque, non potrebbe essere autorizzata se non sulla base di una specifica valutazione di impatto ambientale. Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano conosce benissimo i termini esatti della questione che a suo tempo gli è stata accuratamente rappresentata dal Ministero dello Sviluppo economico”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]