Il "Déjà Vu" di Giorgio Moroder: solista dopo 30 anni

18 giugno 2015, Micaela Del Monte
Il 'Déjà Vu' di Giorgio Moroder: solista dopo 30 anni
Uscirà domani, a 30 anni dall'ultimo album solista, "Déjà Vu" il nuovo album di Giorgio Moroder che contiene dodici brani realizzati in collaborazione di alcune delle stelle della musica internazionale pop ed elettronica, come Britney Spears, Sia, Charli XCX, Kylie Minogue, Mikky Ekko, Foxes, Kelis, Marlene e Matthew Koma.

Dopo aver collaborato all'album "Random Access Memories" dei Daft Punk Giorgio Moroder, pioniere della musica elttronica, produttore e compositore, torna alla ribalta con un incrocio tra la disco e la dance contemporanea con le voci di tante grandi popstar.

Moroder non è uno qualunque, ha scoperto Donna Summer realizzando con lei i successi maggiori. Ma anche scritto per Blondie ("Call Me" per il film "American Gigolo"), David Bowie ("Cat People"), Cher, Bonnie Tyler, Elton John.... E poi come dimenticare le canzoni per "Flashdance" o le "Notti magiche" dei Mondiali 1990 in Italia. Insomma, il suo curriculum è ricchissimo e quasi impareggiabile, per questo motivo l'attesa di Déjà Vu è estenuante e non è neanche un caso che con lui abbiano voluto collaborare tantissime star del mondo della musica.

"Britney Spears mi ha chiamato perché aveva sentito 'Tom's Diner' (un brano anni 90 di Suzanne Vega)  e voleva rifarlo in chiave dance", ha spiegato Moroder. Qualche altra scelta invece è stato lui ha scegliere con chi collaborare. Come con Sia.

"L'apprezzo molto come artista - ha raccontato Moroder -. Le ho dato una traccia con la melodia e lei ne ha tirato fuori la linea vocale completa, il testo, ha cantato la top line e i cori. Mi ha ridato un pezzo quasi completo. L'unico rammarico è che non ci siamo mai incontrati, la nostra collaborazione è stata tutta a distanza. Ma oggi funziona spesso così".

Per incidere questo disco Giorgio Moroder ci ha messo quasi due anni ("mentre un disco con Donna Summer o gli Sparks lo facevamo in tre o quattro settimane"), questo perché si è dovuto scontrare con un panorama discografico completamente mutato rispetto agli anni 70. "Oggi quasi tutti i cantanti sono anche compositori e sono stra-impegnati in mille cose - ha spiegato - Si lavora quasi sempre a distanza, capita che faccio un pezzo, lo giro alla cantante e magari mi chiamano dopo un mese. E prima di arrivare a un cantante devi parlare con il manager, la casa discografica... Io povero illuso, inizialmente ho chiesto a uno che conosceva Sia il numero di telefono per chiamarla direttamente... Non l'avessi mai fatto".

Insomma, domani arriverà "Déjà Vu" e con lui anche un tour in Italia con due date a luglio: il 24 al Laghetto di Villa Ada a Roma, e il 25 all'Estathé Sound Market di Milano.

Ecco la tracklist dell'album:

1. '4 U With Love',
2. 'Déjà vu' feat. Sia
3. 'Diamonds' feat. Charli XCX
4. 'Don't Let Go' feat. Mikky Ekko
4. 'Right Here, Right Now' feat. Kylie Minogue
5. 'Tempted' feat. Matthew Koma
6. '74 Is The New 24', 
7. 'Tom's Diner' feat. Britney Spears
8. 'Wildstar' feat. Foxes
9. 'Back & Forth' feat. Kelis
10. 'I Do This For You' feat. Marlene
11. 'La Disco'.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]