Farmaci da banco in rete: in Italia acquisto online dal 1° luglio

18 giugno 2015, Marta Moriconi
Farmaci da banco in rete: in Italia acquisto online dal 1° luglio
Il mondo dei farmaci dal primo luglio cambia, non saranno più solo da banco ma anche da computer: ossia in Italia saranno acquistabili anche online. 

Come da applicazione della direttiva europea 2011/62/UE che norma le modalità di cessione dei medicinali a uso umano si potrà, senza l'obbligo di prescrizione medica (tachipirina, aspirina, buscopan, etc.) acquistare su internet e far arrivare direttamente a casa le pillole tanto desiderate.

Su tutto vigila e coordina il ministero della Salute, perchè si sa la sicurezza dei cittadini deve essere sempre garantita.Basta comunque buttare l'occhio sulla confezione che deve essere contraddistinta da un logo del ministero e dal bollino Ue. 

Proprio perchè dai dati risulta che 7 casi su 10 appaiono contraffatti, l'Agenzia del farmaco "farà controlli costanti e monitorerà la vendita in rete". 

D'altronde il mercato dei falsi popola la rete. Per questo è stato lanciato un allarme dal Pharmaceutical Security Institute europeo. 

I siti consultabili saranno italiani o europei "e dovranno rispettare obblighi precisi"  ha detto nei giorni scorsi Luca Pani, direttore generale dell'Aifa, al Corriere della Sera. 

 Per tutela massima "si dovranno indicare i recapiti e i riferimenti dell'Autorità che ha rilasciato l'autorizzazione per la vendita di farmaci e alla quale è stato notificato l'avvio dell'attività online, si dovrà indicare il sito web dell'autorità competente, dovrà essere presente il logo comune, che per l'Italia sarà gestito dal Ministero della Salute, per distinguere fra un sito legale e uno illegale" avverte. La prova delle prove è nel bollino Ue per i prodotti delle farmacie virtuali: basterà cliccarci sopra per consultare la lista delle farmacie virtuali ufficiali e quindi autorizzate.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]