Nigeriano pusher muore dopo l'arresto: scoppia il caso

18 giugno 2015, Adriano Scianca
Nigeriano pusher muore dopo l'arresto: scoppia il caso
Stava spacciando eroina,
ma dopo l'arresto della polizia si è accasciato a terra ed è morto. 

Il fatto è accaduto a Roma e la vittima si chiama Joseph Lugard Omosaiye, cittadino nigeriano di 55 anni. L'uomo è stato arrestato dagli agenti del Commissariato Romanina che lo avevano fermato in via Zagarise, zona Casal Morena, durante un servizio volto alla repressione dello spaccio nel quartiere. 

L'uomo ha prima cercato di allontanarsi, cadendo in terra durante la fuga, poi ha resistito all'arresto, lottando con gli agenti. Dopo essere stato bloccato, il nigeriano è stato perquisito ed è stato trovato in possesso di alcune dosi di eroina

Accompagnato con una volante negli uffici del Commissariato per gli accertamenti di rito, l'uomo ha accusato un malore appena sceso nel parcheggio, per il quale è stato richiesto l'intervento personale medico del "118". L'uomo, soccorso, è però in pochi minuti deceduto, malgrado le manovre di rianimazione effettuate dai medici. Il pm di turno ha disposto l'autopsia.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]