Matrimonio: dopo 3 anni di convivenza può essere nullo. Per la Chiesa sì, per lo Stato no

18 luglio 2014 ore 17:46, intelligo
Matrimonio: dopo 3 anni di convivenza può essere nullo. Per la Chiesa sì, per lo Stato no
Il caso parte dal Veneto ma questo è un dettaglio, perché a far discutere è quella che già si prospetta come una diatriba giuridica tra Stato e Chiesa.
Si tratta del matrimonio che per la Chiesa, dopo tre anni di convivenza può essere dichiarato nullo, mentre per lo Stato non è così. E’ l’esito di una sentenza della Cassazione depositata oggi nella quale i giudici dicono che “la convivenza si è protratta per almeno tre anni dalla data di celebrazione del matrimonio ‘concordatario” l’unione non si può annullare. Il caso è quello di una coppia di Bassano del Grappa unita con matrimonio concordatario nel 1998. Il matrimonio, dichiarato nullo dal tribunale ecclesiastico nel 2009 e poi annullato dalla Sacra Rota alla fine dello stesso anno, non è stato dichiarato nullo dalla Corte di Appello di Venezia alla quale si era rivolta la moglie chiedendo che la nullità venisse riconosciuta anche dallo Stato.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]