Lo smartphone ci riconoscerà con un colpo d'occhio

18 maggio 2015, Andrea De Angelis
Basterà un colpo d'occhio. Roba da centesimi di secondo, altro che le vecchie password. 

Lo smartphone ci riconoscerà con un colpo d'occhio
Dal Giappone arriva una novità che fino a poco tempo fa sembrava essere propria solo dei film di fantascienza e che apre di fatto a una nuova epoca per la tecnologia: quella del riconoscimento oculare.

La Fujitsu, vero grande colosso dell’elettronica giapponese, ha infatti comunicato di aver provato con successo il riconoscimento dell’iride per l’autenticazione sul suo nuovo smartphone Fujitsu Arrows NX F-04G.

Ma come funziona? L'apparecchio che ancora oggi siamo soliti chiamare cellulare utilizza una telecamera ad infrarossi frontale in combinazione con una luce infrarossa LED che illumina l’occhio. Attraverso quello che possiamo definire uno scanner dell’iride è dunque possibile riconoscere il soggetto. 

Molti addetti ai lavori ed esperti si dicono sicuri che il riconoscimento oculare sarà, da qui a dieci anni, il futuro. Addio password e nickname dunque, ma non piangete per il dispiacere: magari le lacrime potrebbero impedire il vostro riconoscimento...
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]