Cairo a Ventura (azzurro): "Oltre contratti, la voglia". Mihajlovic prende Toro per le corna

18 maggio 2016 ore 16:20, Luca Lippi
Da prendere per quello che conta, si sa che a campionato finito le informazioni che si raccolgono dai club e dai calciatori in vacanza sono tutte buone ma è buono anche il contrario, un mondo che non deve fermarsi per sopravvivere (non quello del calcio ma quello che gli gira intorno).
Stavolta al centro c’è il Torino e la questione del suo allenatore che già il mese scorso avevamo segnalato in odore di Nazionale.
Urbano Cairo, presidente del Torino, dice che il contratto con Ventura è fino al 2018 ma molto dipende anche dalla volontà dell’allenatore stesso, e da quanto “si dice in giro” pare proprio che Ventura sia attratta dalla proposta di Tavecchio che è alla disperata ricerca di un professionista disposto a scaldare la panchina azzurra e fare da scudo all’ostilità dei club che sempre più rifiutano di concedere giocatori.

Cairo a Ventura (azzurro): 'Oltre contratti, la voglia'. Mihajlovic prende Toro per le corna

E se ventura va via dal Torino, chi sarebbe a sostituirlo? Ovviamente al momento in giro senza panchina l’allenatore che fa più “pancia” è  Mihajlovic, e infatti è il suo nome quello che esce dalle penne del giornalismo sportivo, e allora l’affermazione è la medesima…”è questione di giorni”. 
Lunedì Cairo aveva annunciato un imminente incontro chiarificatore con Ventura. Dovrebbe andare in scena non a Milano, negli uffici dell’editore, bensì a Roma nel weekend dedicato alla finale di Coppa Italia. Dove la presenza del presidente federale Tavecchio, di Galliani e Cairo completerebbe il cerchio, chiudendo di fatto la triangolazione Toro-Nazionale-Milan.  
In attesa che si concretizzi qualcosa di sensato nella questione Torino, c’è da considerare che il ciclo di Ventura è giunto al termine più per esaurimento fisiologico che per una scelta vera e propria. Il torino è sicuramente uno dei pochi club che abbia avuto un vero e proprio progetto, una squadra di giovani e un allenatore paziente e competente disposto a far crescere una squadra di calcio. Ora il ciclo è finito e quest’anno il Torino ha perso 17 partite che non sono poche, qualcosa si è interrotto e non per colpa.
In Italia, ma un po’ ovunque, le carriere sulle panchine dei club superano raramente i quattro anni, Ventura e a margine di un record e non è detto che non lo voglia battere.
Riguardo Mihajlovic, chissà che non sia disposto anche lui a prendere la panchina azzurra, oppure accettare la sfida Granata ma poi bisogna vedere a che “cifre”, Mihajlovic viene da un contratto non faraonico ma comunque assai più importante di quello di Ventura, Cairo notoriamente non è uno “spendaccione”, questo potrebbe fare la differenza senza alcun dubbio.
 A conferma che tutto è un chiacchiericcio per non lasciare le redazioni con le scrivanie vuote, alle voci su Ventura Cairo e Mihajlovic si uniscono quelle che in agenda Cairo ha anche i numeri di telefono di Giampaolo, Gasperini e Pioli…e allora è buono tutto!

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]