Unioni civili, Cardini: "È scontro Bagnasco-Galantino. Ma la Chiesa non è democratica"

18 maggio 2016 ore 13:41, Adriano Scianca
"È palese che ci sia uno scontro tra Bagnasco e Galantino e che quest'ultimo abbia il Papa dalla sua. Ma la Chiesa non è un partito". Così lo storico Franco Cardini spiega, in un'intervista a IntelligoNews, le apparenti ambiguità della Chiesa sulla unioni civili. 

Ha letto delle parole di Bagnasco contro le unioni civili?

«La Cei svolge la sua funzione ed esprime le sue preoccupazioni. La Cei non è solo un organo della Chiesa, è un organo della Chiesa italiana».

Ma perché ha parlato solo dopo l'approvazione della legge?

Unioni civili, Cardini: 'È scontro Bagnasco-Galantino. Ma la Chiesa non è democratica'
«Evidentemente prima hanno ritenuto che bastasse un ammonimento ai cattolici e un richiamo ai non cattolici per far sapere loro che la Chiesa era contraria. Dopodiché mi sembra logico che il richiamo più forte venga dopo. Non credo che se le cose fossero andate come voleva la Chiesa avrebbero cantato vittoria».

E Papa Francesco, in tutto questo?

«Per quanto sia anche vescovo di Roma, da sempre il Papa lascia trattare le questioni del vescovato a un suo vicario. Lui ha più una funzione sovranazionale, oltre a non essere italiano, nel caso specifico». 

Ma a parte le questioni di forma, non le sembra che la Chiesa sia molto divisa in questo momento?

«Non tutti all'interno della Chiesa sono entusiasti di Francesco. Ma questo è sempre successo, da San Pietro in poi. Dopodiché, la Chiesa è un organismo gerarchico, i dissensi si devono esprimere in una forma accettabile. Non ci si può aspettare che nasca qualcosa come una “minoranza ecclesiale”».

Però esiste, nella Cei, una line a Bagnasco e una linea Galantino, non crede?

«Certo, ed è anche legittimo. La Chiesa funziona come l'Urss, con il centralismo democratico. Si discute, ma poi tutti si allineano. È palese che ci sia uno scontro tra Bagnasco e Galantino e che quest'ultimo abbia il Papa dalla sua. Ma la Chiesa non è un partito. Spesso i laici se ne dimenticano e pensano che sia un organismo democratico. Per questo ritengono sempre che i prelati si esprimano con una certa ambiguità».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]