Usa 2016: incubo Sanders per Hillary Clinton che non sfonda in Kentucky

18 maggio 2016 ore 13:40, Americo Mascarucci
Hillary Clinton è ad un passo dalla nomination Democratica. 
La moglie dell’ex presidente Bill Clinton ha ottenuto un’affermazione di pochi punti alle primarie democratiche del Kentucky, mentre il suo avversario Bernie Sanders ha conquistato lo Stato dell'Oregon. Alla Clinton mancano all'appello circa 94 delegati per guadagnare la nomination avendo già conquistato il 95% dei delegati con un vantaggio su Sanders di circa 280 delegati.
Ma Sanders continua a dare battaglia fino all'ultimo con il suo programma fortemente socialista che fino ad oggi ha impedito all'avversaria di fare breccia in alcune fasce sociali. 
Comunque andrà a finire Sanders ha ormai conquistato a pieno titolo la leadership dell’ala sinistra del Partito Democratico, area che invece la Clinton fatica a rappresentare troppo percepita come liberista. Sanders non molla e dunque è pronto a resistere fino alla fine. 
Il prossimo turno di primarie, quello finale in cui voteranno alcuni degli stati più grandi, tra cui la California, si terrà il prossimo 7 giugno. 
La Clinton quasi certamente ce la farà ma la sua si sta configurando sempre di più come una corsa in salita, piena di ostacoli e difficoltà. "Abbiamo appena vinto in Kentucky, grazie a tutti quelli che hanno partecipato al voto, siamo sempre più forti quando siamo uniti", ha scritto su ma i media americani ancora non hanno ufficialmente dichiarato la sua vittoria nello stato in cui ha ottenuto il 46,8% contro il 46,3% di Sanders.  

Usa 2016: incubo Sanders per Hillary Clinton che non sfonda in Kentucky
Dopo che il candidato repubblicano Donald Trump ha reso pubblica la sua condizione patrimoniale, la Clinton ha deciso di fare altrettanto diffondendo i suoi redditi: oltre 5 milioni di dollari in royalty librarie e 1,5 milioni di dollari come ricompensa per i suoi discorsi. Altri 5 milioni sono stati raccolti dal marito Bill in banche e aziende. Gran parte della ricchezza con cui si sta finanziando la campagna elettorale è detenuta nel fondo Vanguard 500 e in un deposito alla JP Morgan, valutati rispettivamente 5 e 25 milioni di dollari. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]