Dal blog di Grillo al testamento politico, il vero volto di Casaleggio

18 maggio 2016 ore 17:57, Andrea Barcariol
A poco più di un mese dalla sua morte, lo scorso 12 aprile, il nome di Gianroberto Casaleggio continua a essere avvolto da un alone di mistero. Su di lui ha indagato il giornalista de “Il Tempo” Alberto di Majo, esperto di comunicazione politica e al terzo libro sul Movimento 5 Stelle. Questa volta però la sua analisi è tutta incentrata sul leader "silenzioso" dei pentastellati che, pur rimanendo dietro le quinte, è stato capace di rivoluzionare lo scenario politico italiano portando una ventata di innovazione. Da qui il titolo del libro "Casaleggio - L'uomo che sconvolse l'Italia: dall'Olivetti alla rivoluzione a 5 Stelle" (Castelvecchi, 95 pagg., 12 euro), che vuole ricostruire la sfida del MoVimento 5 Stelle dalle origini, partendo dal 2004, quando Casaleggio conobbe Grillo (a Livorno) al termine di uno spettacolo. Era l’epoca in cui il comico genovese i computer li spaccava durante gli show. Poi l’improvvisa folgorazione e il cambiamento a 360 gradi. “Venne in camerino e cominciò a parlarmi di Rete, di come potesse cambiare il mondo. Non conoscendolo lo assecondai, gli sorrisi - racconta Grillo - Cercai di non contrariarlo. Temevo di ritrovarmi una chiocciola o un puntocom in qualche posto sensibile. Era molto convinto di quello che diceva. Pensai che fosse un genio del male o una sorta di San Francesco che invece che ai lupi e agli uccellini parlasse a Internet”.
Di Majo racconta con precisione il ruolo avuto da Casaleggio nella nascita del blog di Grillo, uno dei più seguiti al mondo, e nella rapida escalation del M5S, capace di raccogliere alle elezioni politiche del 2013, il 25,5% dei voti. “Ha avuto indubbiamente una grande intuizione – sottolinea Di Majo – Inizialmente è stato criticato e duramente attaccato da tanti politici, gli stessi che oggi utilizzano la WebTv, fanno 50 tweet al giorno e programmano le dirette su Facebook”. Tra aneddoti, racconti e interviste viene tratteggiato un profilo inedito del manager fino ad arrivare ai suoi ultimi giorni: il ricovero in ospedale, i funerali e il testamento politico, con Davide Casaleggio pronto a raccoglierne la pesante eredità. “Trovo curioso che adesso vengano mosse al figlio le stesse critiche che venivano fatte al padre – spiega Di Majo – Davide si è sempre occupato della parte tecnica e non di quella politica che è di competenza del direttorio”.

Dal blog di Grillo al testamento politico, il vero volto di Casaleggio
Di seguito stralci del primo capitolo del libro

“Pensavano che fosse un consulente tecnico. Un informatico che Beppe Grillo aveva preso in simpatia e a cui, ogni tanto, poteva chiedere anche un consiglio «politico». Invece Gianroberto Casaleggio è il principale responsabile della svolta tecnologica del comico genovese. È l’inventore del blog, che è nato nel 2005 e in pochi anni ha scalato le vette virtuali. Nel 2008 ha conquistato il nono posto della classifica stilata dal britannico «Observer» dei cinquanta blog più influenti della Rete. Un anno dopo Grillo è entrato nella Web Celeb di «Forbes»: settimo blogger più popolare del mondo…. Nel 2009 c’è stato l’altro passaggio decisivo: la fondazione del MoVimento 5 Stelle. È stata la fine, e nello stesso tempo l’inizio, di un percorso passato per le battaglie sul blog; la «certificazione» delle liste civiche; l’organizzazione dei V-Day e della Woodstock a 5 Stelle. Ancora una volta Gianroberto Casaleggio ha avuto un ruolo determinante. Il manager è diventato l’alter ego del comico. La sua proiezione multimediale. Ma anche la sua coscienza politica. Altro che consulente tecnico, a cui gli attivisti più critici del MoVimento addebitano arroganza e brama di potere. Casaleggio è il demiurgo del Grillo politico, l’inventore della seconda vita del comico genovese. Quella in cui la Rete ha sostituito la Tv, che aveva ripudiato Beppe un paio di decenni prima. Ovviamente nell’artista ci sono sempre stati gli ingredienti dell’impegno civile, nei suoi spettacoli ha mischiato informazioni e ironia, guadagnandosi citazioni in procedimenti giudiziari. Ma Casaleggio li ha trasformati in sistema e con il blog gli ha dato una spinta internazionale che non avrebbero mai avuto”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]