Calciomercato, Dybala snobba (anche) il Real: "Champions con la Juve"

18 maggio 2016 ore 19:51, Andrea De Angelis
"Vincere la Coppa Italia sarebbe il giusto coronamento del nostro anno. Abbiamo cominciato vincendo a Shanghai e sarebbe giusto terminare allo stesso modo". Così Dybala durante il media day organizzato a Vinovo in occasione dell'avvicinamento alla finale di Coppa Italia contro il Milan, che si disputerà sabato a Roma.

E alle domande dei giornalisti sul suo futuro ha risposto: "Io credo molto in me stesso. Sicuramente nessuno si aspettava un anno così da me. Ho fatto molti gol in campionato e sono molto contento. Sulle sirene Real? Non so nulla".
Dybala già qualche settimana fa aveva parlato così del suo futuro e della sua carriera che verrà: "Se riesco a immaginarla come quella di Del Piero o Buffon? Veramente sì. La loro storia mi affascina: venti anni con la stessa maglia diventi un monumento. Sono promesse che non si possono fare perché logicamente non dipende solo da me, ma sarebbe davvero bello per me ripetere quelle carriere, vincere quello che hanno vinto loro rimanendo sempre qui alla Juventus. Indossare la numero 10? Il 10 per ora è occupato e sinceramente spero proprio che rimanga occupato ancora per un bel po' (da Pogba, ndr). Poi se dovesse liberarsi a me piacerebbe molto, anche se il 21 mi affascina: qui alla Juventus lo hanno portato Zidane e Pirlo, non esattamente due qualsiasi".

Calciomercato, Dybala snobba (anche) il Real: 'Champions con la Juve'
Dybala ha tanti occhi puntati addosso. Ma la Juventus non lo lascerà andare. A dirlo sono i numeri.
Iniziamo dai milioni spesi per portarlo a Torino. Venti milioni di euro per Morata. Fino all'anno scorso era stato questo l'acquisto più costoso dell'era Agnelli. Record ampiamente superato dall'acquisto del ventiduenne, su cui Marotta aveva da tempo messo gli occhi superando la spietata concorrenza di Milan e Roma, oltre che dello stesso Real Madrid. Le cifre? 28 milioni di euro più 4 milioni in giovani giocatori e altri 8 di bonus. Un affare dunque da circa 40 milioni.
C'è poi il fattore età. Difficile infatti trovare in giro un giocatore di soli 22 anni in grado di essere così decisivo. Un elemento questo che più di ogni altro porterà la società a rifiutare qualsiasi offerta. Il valore del cartellino potrà infatti solo aumentare. Infine gli addii recenti in casa Juve. Sono stati ben tre nell'ultima stagione, campioni del calibro di Pirlo, Vidal e Tevez. Che gli Agnelli concedano il poker appare altamente improbabile. 

Il campione dunque non lascia, ma raddoppia e sempre a Vinovo lascia intendere che il suo sogno è continuare a vincere in bianconero. Non solo la Coppa Italia (sabato) e un nuovo scudetto (sarebbe il sesto consecutivo, il secondo per lui), ma anche e soprattutto quella Champions League che proprio Gigi Buffon sogna da sempre e che l'argentino vorrebbe tanto regalargli e regalarsi. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]