Allarme tubercolosi tra i giovani

18 marzo 2014 ore 16:23, intelligo
Allarme tubercolosi tra i giovani
E' in aumento tra i giovani la tubercolosi
. E' sì, la diffusione di questa malattia colpisce i ragazzi tra i 15 e i 24 anni. L'allarme lo ha lanciato l'Associazione Microbiologi Clinici Italiani (Amcli) in occasione della Giornata Mondiale contro la Tubercolosi. Secondo stime recenti, 2 italiani su 10 potrebbero essere positivi ai test immunologici per la TB latente e non presentando sintomi non possono trasmettere la malattia che, per insorgere, necessita di considerevole calo delle difese immunitarie. Per capire se si abbia o meno questa malattia è fondamentale secondo Pierangelo Clerici, Presidente AMCLI,"stabilire se un paziente è infetto in modo latente, oppure in modo attivo, se elimina bacilli con la tosse e quindi è contagioso, oppure no ed infine a quali farmaci è sensibile''. Luoghi a rischio sono discoteche, scuole, aule universitarie e nelle grandi città  la malattia si diffonde meglio. Un'altra forma di contagio è quella attraverso le strutture sanitarie. Avverte invce Claudio Piersimoni, Microbiologo Clinico AOU Ospedali Riuniti di Ancona che "stanno aumentando i casi di bacilli tubercolari resistenti ai due farmaci di prima linea (isoniazide e rifampicina) in pazienti che arrivano prevalentemente dell'Europa dell'Est, oltre che dall'Africa". Il sintomo che deve far scattare il campanello di allarme? E' la tosse persistente, accompagnata da febbre o un leggero calo di peso, che non passa dopo un normale trattamento antibiotico. In questo caso, meglio fare una radiografia al torace. Non è una semplice influenza.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]