Serie A, 30esima giornata: programma, orari e probabili formazioni

18 marzo 2016 ore 12:27, Micaela Del Monte
Un derby, due scontri salvezza e tanti punti in ballo per proseguire la corsa al podio. Questa è la 30esima giornata di Serie A che si aprirà sabato con Empoli-Palermo (ore 18) e proprio con uno scontro al vertice tra Roma e Inter che si affronteranno all'Olimpico alle 20,45. Un incontro fondamentale per entrambe le coppie di squadre visto che il Palermo continua a rimanere in zona retrocessione con solo un punto in più della terzultima, ovvero il Frosinone che affronterà domenica la Fiorentina (che ha assolutamente bisogno di una vittoria per mantenere la corsa almeno all'Europa League). L'Empoli invece è a metà classifica, in una posizione decisamente neutra, il che rende l'incontro al Castellani fondamentale solo per i siciliani. 

Serie A, 30esima giornata: programma, orari e probabili formazioni
Per la Roma e l'Inter sarà uno scontro diretto che può chiudere definitivamente riaprire la corsa al terzo posto o riaprirla clamorosamente (e a guardare con attenzione l'incontro ci saranno anche i viola ora a pari punti con l'Inter). A separare i giallorossi e le due dirette avversarie ci sono infatti solo 5 punti, recuperarne tre in questo incontro per la squadra di Mancini sarebbe un grande risultato. Importantissima sempre per le zone calde della classifica sarà la partita che andrà in scena domenica alle 15 al Bentegodi di Verona dove si affronteranno appunto l'Hellas, ormai virtualmente retrocesso (19 punti), e il Carpi (25 punti).
Come detto ci sarà anche un derby, quello tra il Torino e la Juventus. I granata hanno conquistato, nella storia, 50 derby di campionato, contro i 71 dei rivali bianconeri. Un conto che però è andato aggravandosi soprattutto negli ultimi anni. Il Torino non è ancora riuscito a strappare un punto in tutte le partite giocate allo Juventus Stadium. In casa il bilancio recita, quantomeno, una vittoria, quella dello scorso anno: il 26 aprile 2015 è diventata una data storica per tutto l’ambiente granata, che si è riappropriato del derby dopo più di vent’anni di delusioni – l’ultimo successo era datato 9 aprile 1995. 

Altri incontri importanti saranno di certo anche quelli tra il Napoli (che deve far punti per non far scappare la Juventus ancora a soli tre punti di distanza) e il Genoa. Dopo l'eliminazione choc dall'Europa League la Lazio è chiamata a far bene in campionato dopo la scia di prestazioni non proprio esaltanti, allo stesso modo il Milan dovrà necessariamente tentare di raggiungere l'obiettivo stagionale, quello dell'Europa.

Ecco il programma completo della giornata:

Sabato 19 marzo
18 Empoli-Palermo Sky, Serie A Tim Tv
20.45 Roma-Inter Sky, Mediaset Premium

Domenica 20 marzo
12.30 Atalanta-Bologna Sky
15 Frosinone-Fiorentina Sky, Mediaset Premium
15 Hellas Verona-Carpi Sky, Mediaset Premium
15 Sampdoria-Chievo Verona Sky
15 Sassuolo-Udinese Sky
15 Torino-Juventus Sky, Mediaset Premium, Serie A Tim Tv
20.45 Napoli-Genoa Sky, Mediaset Premium, Serie A Tim Tv
20.45 Milan-Lazio Sky, Mediaset Premium

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Laurini, Tonelli, Costa, Zambelli; Zielinski, Paredes, Croce; Saponara; Pucciarelli, Maccarone. All.: Giampaolo
Palermo (4-3-2-1): Sorrentino; Struna, Gonzalez, Andelkovic, Pezzella; Hiljemark, Jajalo, Brugman; Trajkovski, Quaison; Vazquez. All.: Novellino

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Florenzi, Zukanovic, Manolas, Digne; Pjanic, Nainggolan; Salah, Perotti, El Shaarawy; Dzeko. All.: Spalletti
Inter (4-2-3-1): Handanovic; Nagatomo, Miranda, Murillo, D'Ambrosio; Brozovic, Medel; Biabiany, Ljajic, Perisic; Eder. All.: Mancini

Atalanta (4-3-3): Sportiello; Conti, Masiello, Paletta, Brivio; Kurtic, De Roon, Cigarini; Diamanti, Pinilla, Gomez. All.: Reja
Bologna (4-3-3): Mirante; Mbaye, Gastaldello, Maietta, Masina; Donsah, Diawara, Taider; Giaccherini, Floccari, Rizzo. All.: Donadoni

Frosinone (4-3-3): Leali; M. Ciofani, Blanchard, Ajeti, Crivello; Paganini, Chibsah, Gucher; Kragl, D. Ciofani, Dionisi. All.: Stellone
Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Roncaglia, Rodriguez, Astori; Tello, Badelj, Vecino, Alonso; Borja Valero, Bernardeschi; Kalinic. All.: Sousa

Verona (4-2-3-1): Gollini; Gilberto, Moras, Helander, Fares; Wszolek, Marrone, Ionita, Siligardi; Toni, Pazzini. All.: Delneri
Carpi (4-4-1-1): Belec; Letizia, Romagnoli, Zaccardo, Gagliolo; Pasciuti, Cofie, Bianco, Di Gaudio; Lollo; Mancosu. All.: Castori

Sampdoria (3-4-2-1): Viviano; Cassani, Ranocchia, Moisander; De Silvestri, Fernando, Soriano, Dodò; Correa, Cassano; Quagliarella. All.: Montella
Chievo (4-3-1-2): Bizzarri; Cacciatore, Spolli, Cesar, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa; Floro Flores, Meggiorini. All.: Maran

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Antei, Acerbi, Peluso; Biondini, Magnanelli, Duncan; Berardi, Defrel, N. Sansone. All.: Di Francesco
Udinese (3-5-2): Karnezis; Heurtaux, Danilo, Felipe; Widmer, Badu, Lodi, Hallfredsson, Armero; Thereau, Zapata. All.: De Canio

Torino (3-5-2): Padelli; Maksimovic, Glik, Moretti; Bruno Peres, Acquah, Vives, Baselli, Molinaro; Belotti, Immobile. All.: Ventura
Juventus (3-5-2): Buffon; Rugani, Bonucci, Barzagli; Cuadrado, Khedira, Hernanes, Pogba, Alex Sandro; Zaza, Morata. All.: Allegri

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne. All.: Sarri
Genoa (3-5-2): Perin; Izzo, Burdisso, De Maio; Gabriel Silva, Ansaldi, Rincon, Dzemaili, Rigoni, Gabriel Silva; Cerci, Pandev. All.: Gasperini

Milan (4-4-2): Abbiati; Abate, Zapata, Romagnoli, Antonelli; Honda, Bertolacci, Montolivo, Bonaventura; Luiz Adriano, Bacca. All.: Mihajlovic
Lazio (4-3-3): Marchetti; Konko, Bisevac, Hoedt, Lulic; Cataldi, Biglia, Parolo; Candreva, Matri, Anderson. All. Pioli

Juventus 67
Napoli 64
Roma 59
Fiorentina 54
Inter 54
Milan 48
Sassuolo 44
Lazio 41
Bologna 36
Chievo 35
Empoli 35
Genoa 34
Torino 33
Sampdoria 32 
Udinese 30
Atalanta 30 
Palermo 27
Frosinone 26
Carpi 25
Hellas Verona 19
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]