Da Mertens a Gabbiadini: per il Napoli è maledizione Nazionali

18 novembre 2015 ore 11:10, Andrea De Angelis
Da Mertens a Gabbiadini: per il Napoli è maledizione Nazionali
Prima Mertens, ora Gabbiadini
. Senza dimenticare la contusione presa da Higuain sempre in Nazionale. Insomma, queste amichevoli si stanno rivelando una maledizione per la squadra campana che mai come quest'anno sembra essere in lotta per lo scudetto. Considerando anche gli impegni di Europa League è fondamentale avere la rosa a disposizione. Attaccanti, ovviamente, compresi. E c'è già chi benedice la scelta di Conte di non convocare (per il momento, si intende) anche Insigne. 

Il  medico della Nazionale italiana, prof. Enrico Castellacci, contattato dalla redazione di Radio Crc, ha confermato la distorsione alla caviglia per Manolo Gabbiadini, uscito ieri durante il match dell’italia contro la Romania. “Vi posso confermare la distorsione alla caviglia sinistra. Non abbiamo effettuato esami strumentali perché lo staff sanitario del Napoli ha chiesto che il ragazzo partisse immediatamente per Napoli dove effettuerà gli esami per valutare l’entità della distorsione. Noi ci siamo limitati ad inviare i referti degli accertamenti sommari fatti immediatamente dopo la gara, come d’accordo con il club”.
Con ogni probabilità, dunque, Gabbiadini salterà il prossimo impegno di campionato contro il Verona.

Intanto Mertens tornerà oggi al centro sportivo di Castel Volturno, come riportato dal Corriere dello Sport. Appena giunto nel ritiro di Bruxelles, il giorno successivo alla partita con l'Udinese, il giocatore ha effettuato visita. Parole del ct Wilmots: "Quando è arrivato ha lamentato un fastidio e così lo abbiamo sottoposto a un'ecografia che ha evidenziato uno strappo al bicipite femorale. È arrivato in Belgio infortunato". Immediata la replica del Napoli: "Abbiamo appreso della questione come gli altri, attraverso le parole del ct: prima di partire, e soprattutto dopo aver giocato con l'Udinese, Mertens non ci ha avvertito di nulla. Se ci avesse detto di avere qualcosa lo avremmo ovviamente visitato e magari non sarebbe partito".
La prima prognosi, è stata di 5 settimane di stop, poi le parole di un collaboratore di Wilmots: "Starà fermo 3-4 settimane". Ora, una volta rientrato a Napoli, si potranno avere tempi più certi. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]