In Francia è "stato d'emergenza". Cosa significa per Hollande e cosa cambia per i francesi

18 novembre 2015 ore 16:19, Marta Moriconi
In Francia è 'stato d'emergenza'. Cosa significa per Hollande e cosa cambia per i francesi
La Francia è in piena campagna elettorale. E l'Isis lo sapeva.
 Le elezioni amministrative si sarebbero dovute tenere a dicembre, ma ora è stato dichiarato lo stato d'emergenza per tre mesi. Che succederà? A fare l'annuncio è stato lo stesso François Hollande, a cui potrebbe giovare molto questa novità considerato che l'Ump di Nicolas Sarkozy gli sta alle costole per non parlare del consenso in crescita del Front National di Marine Le Pen. 

"Combattiamo contro il terrorismo che ha deciso di dichiararci guerra" ha tuonato il presidente Francois Hollande alla conferenza dei sindaci a Parigi. Ma cosa significa lo stato di emergenza? Significa addio libertà e addio votazioni "ma tali misure serviranno per ristabilire le nostre libertà in futuro". La minaccia per la nazione permette di limitare alcune libertà fondamentali come quella di movimento o quella libertà di stampa. 
Ovviamente ci saranno "più controlli alle frontiere" ma nel rispetto dei trattati europei dice Hollande, che in pratica si contraddice. La libera circolazione dei cittadini europei sarà di fatto "evirata". 

Il dramma, ed è lui a chiamarlo per nome, "è che siamo in guerra. E' stato l'esercito islamico a decidere di aggredirci. L'Isis occupa un territorio, ha complicità in Europa, commette massacri laggiù e ha ucciso qui". Dunque, i francesi pur dicendo a parole che non cederanno "alla tentazione di chiuderci in noi stessi, non cediamo alla paura, agli eccessi", di fatto stanno già cambiando le propria vita quotidiana.

"La vita deve riprendere" assicura il presidente, ma meglio dopo che prima: ora c'è lo Stato d'emergenza ed è quello il cuore del discorso di Hollande. La "Francia è un Paese di libertà", ma al momento sono sospese. Aspettando tempi migliori. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]