Diabete su con stress e vita da pendolari: luce sui fattori di rischio

18 novembre 2015 ore 22:51, Orietta Giorgio
Diabete su con stress e vita da pendolari: luce sui fattori di rischio
I pendolari non lo sanno, ma forse, rischiano più degli altri.
Una ricerca internazionale guidata dall'University College di Londra (UCL) nell'ambito del programma "Cities Changing Diabetes" svela un dato sorprendente: anche il diabete sarebbe conseguenza di uno stile di vita stressante, nelle grandi città sarebbe favorito anche dalla fretta e dal pendolarismo

I ricercatori hanno intervistato più di 550 cittadini con diabete di tipo 2, o a rischio di svilupparlo, di cinque grandi metropoli, Copenaghen, Houston, Città del Messico, Shanghai, Tianjin, i risultati della ricerca sono stati presentati al Cities Changing Diabetes Summit 2015, conclusosi a Copenaghen.

David Napier, professore di Antropologia medica, UCL, ha speigato: "Focalizzandosi principalmente sui fattori di rischio biomedici per il diabete, la ricerca tradizionale non ha adeguatamente tenuto conto dell'impatto dei fattori sociali e culturali sulla malattia. La nostra ricerca innovativa consentirà alle città in tutto il mondo di aiutare le popolazioni ad adottare stili di vita che li rendono meno vulnerabili al diabete”.

Armando Ahued Ortega, ministro della Sanità messicana ha commentato: "Le conoscenze che abbiamo acquisito con questa ricerca hanno modificato il nostro modo di pensare il diabete nella nostra città. Questa nuova luce sui fattori di rischio socio-culturali guiderà lo sviluppo di politiche di sanità pubblica sempre più efficienti e mirate per sostenere la salute e il benessere dei nostri cittadini".

Un corretto stile di vita è alla base del benessere psicofisico di ogni individuo e se per il diabete di tipo 1 non esiste prevenzione, per il diabete di tipo 2 esiste eccome. Uno stile di vita sano, secondo gli studi, consente di ridurre del 60% il rischio di diabete nelle persone predisposte.

Quali i fattori di rischio da considerare?

- sovrappeso;
- età superiore a 45 anni;
- vita sedentaria;
- parentela con un diabetico;
- ipertensione arteriosa;
- intolleranza al glucosio;
- glicemia a digiuno alterata (fra 110 a 125 mg/di);
- per le donne aver partorito un figlio di peso superiore a 4 Kg o aver sofferto di diabete gestazionale;
- peso alla nascita: superiore ai 4 kg o inferiore ai 2,5 kg.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]