Juventus, le grandi aspettative di Rugani: titolare con "ansia-Roma"

18 novembre 2016 ore 13:20, Micaela Del Monte
Accantonata la Nazionale si torna in campo per la Serie A e ricomincia così anche la cavalcata della Juventus verso quello che sarebbe il sesto scudetto consecutivo. La campionessa in carica ospiterà il Pescara nel secondo anticipo della 13esima giornata allo Juventus Stadium alle 20:45. Non proprio un impegno proibitivo per i bianconeri che però dovranno anche fare i conti con il pensiero della trasferta di Champions League (martedì 22 novembre a Siviglia). 

Juventus, le grandi aspettative di Rugani: titolare con 'ansia-Roma'
Le aspettative sul club bianconero sono enormi e questo lo sanno anche i giocatori che non si lasciano però distrarre dai tanti impegni e soprattutto dalle rivali che pressano la Juve in classifica. "Le aspettative su di noi sono enormi e dobbiamo essere bravi a estraniarci dalle pressioni esterne che possono arrivare se magari giochiamo un tempo sottotono o non ci esprimiamo al massimo. Dobbiamo accettare questo fatto e andare avanti per la nostra strada", così Daniele Rugani, il difensore centrale bianconero che è stato impegnato per tutti i 90' nell'amichevole degli azzurri contro la Germania. 

Il centrale della Juve ha parlato anche della sua crescita da quando è a Torino: "Mi sento più maturo e consapevole -ha raccontato a Sky Sport -. Credo di essere cresciuto come giocatore e come uomo. Questo è dovuto a un carico di responsabilità maggiore e all'ambiente. Sono cambiato, ma cerco di migliorare ancora e di fare del mio meglio per diventare in futuro un elemento sempre più importante della squadra. Speravo di riuscire a crescere e di guadagnarmi la fiducia". Sull'infortunio che lo ha tenuto fuori in quest'avvio di stagione ha detto: "Peccato, ma ora sono tornato, anche prima del previsto, e sono pronto a ripartire per continuare questa stagione ancora lunghissima. Devo migliorare in tutto, sia fisicamente che mentalmente, ma gioco con campioni affermati, posso imparare molto da loro e per me è un privilegio averli come compagni di squadra. Alla fine dell'anno sarò soddisfatto se continuerò nella mia crescita e riuscirò a ottenere ancora più spazio e fiducia".

Un pensiero anche alla BBC che ormai sembra non riuscire più a giocare insieme. L'ultimo elemento rimasto della super difesa a tre della Juve infatti è Leonardo Bonucci, dopo gli infortuni di Barzagli e Chiellini, e Rugani dovrebbe quindi trovare più spazio a partire dalla gara contro il Pescara: "È normale che la partita dopo la sosta per la Nazionale sia delicata. Dovremo prepararla con la massima concentrazione, perché anche questa vale tre punti. Dovremo pensare solo a questa sfida e dopo ci dedicheremo al Siviglia. Siamo all'inizio e lo abbiamo dimostrato noi lo scorso anno: basta poco a riaprire il campionato. La Roma forse in questo momento è la rivale più accreditata, ma ci sono anche altre squadre in lotta, come il Napoli o il Milan, che sta facendo molto bene".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]