Caso Ragusa, accolto rito abbreviato per il marito: a dicembre le udienze

18 novembre 2016 ore 16:34, intelligo
di Stefano Ursi

Caso Roberta Ragusa, è stata ammessa oggi la richiesta di rito abbreviato presentata dai legali di Antonio Logli; il Gup di Pisa, durante l'udienza preliminare ha fissato le date delle prossime udienza: 2 Dicembre per la discussione e il 21 Dicembre per repliche e sentenza. Roberta Ragusa è scomparsa a 44 anni dalla sua casa di Gello San Giuliano Terme (Pisa) nella notte fra il 13 e il 14 Gennaio 2012 e da allora non è stata più ritrovata. La scomparsa venne denunciata dal marito, Logli, che disse di aver lasciato la moglie attorno a mezzanotte in cucina, intenta a scrivere le cose da fare per il giorno dopo e che, una volta svegliatosi il giorno dopo alle 6.45 non l'avrebbe trovata in casa. La porta della casa, secondo il racconto, era aperta e tutti gli effetti personali della donna erano in camera. La Ragusa sarebbe uscita di casa, dove non ha più fatto ritorno, in pigiama e ciabatte.

Caso Ragusa, accolto rito abbreviato per il marito: a dicembre le udienze
Ora, dopo il proscioglimento da parte del Gup nel marzo scorso e la decisione della Cassazione di annullare il proscioglimento, ora siamo ad un altro capitolo di questo caso irrisolto e intricatissimo che va avanti ormai da più di quattro anni, in un susseguirsi di colpi di scena. Così, a margine della giornata di oggi, l'avvocato Nicodemo Gentile, legale di parte civile per conto dell'associazione Penelope “Il rito abbreviato è una possibilità prevista dal codice, ma il fasicolo rimane comunque molto interessante e il giudice potrebbe compiere nuovi atti”. Così l'avvocato Roberto Cavani, difensore di Logli: “La scelta del rito abbreviato non è un'ammissione di colpa ma una scelta ponderata perché riteniamo che nel fascicolo processuale ci siano elementi che possono farci ottenere una sentenza favorevole”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]