Il Papa perdona? Più che altro snobba le critiche: "Non mi tolgono il sonno"

18 novembre 2016 ore 14:50, intelligo
Più che perdono è Le critiche mosse da qualcuno di volere 'svendere' la dottrina cattolica "non mi tolgono il sonno". Il Papa in una intervista ad Avvenireavverte che però "bisogna sempre distinguere lo spirito col quale vengono dette".
Ma fa una differenza tra chi ha un cattivo spirito e chi no. Può anche "aiutare a camminare. Altre volte si vede subito che le critiche prendono qua e là per giustificare una posizione già assunta, non sono  oneste, sono fatte con spirito cattivo per fomentare divisione". 

Per lui "alcuni non capiscono che non c'è solo bianco o nero".  E allora quegli  attacchi sulla Amoris Laetitia come li legge? "Nascono da un certo legalismo che può essere ideologico" Dei quattro cardinali hanno pesantemente criticato il testo dice: "Il Concilio ci ha detto questo, gli storici dicono però che un Concilio, per essere assorbito bene dal corpo della Chiesa, ha bisogno di un secolo...Siamo a metà". Quasi una promessa di cambiare le cose presto o tardi, con lui o senza lui, evolveranno. Il problema è che non tutti pensano in meglio.

Quanto al flop del Giubileo non parla, se non raccontando come non avesse fatto un piano. "Le cose sono venute. La Chiesa è il Vangelo, non è un cammino di idee" dice sereno. 
Poi quello che sembra essere proprio il messaggio del Pontificato: "Chi scopre di essere molto amato comincia a uscire dalla solitudine cattiva, dalla separazione che porta a odiare gli altri e se stessi. Spero che tante persone abbiano scoperto di essere molto amate da Gesù e si siano lasciate abbracciare da Lui. La misericordia è il nome di Dio ed è anche la sua debolezza, il suo punto debole".
Poi qualcosa che farà arrabbiare proprio quelli che potremmo ormai definire, prende3ndo spunto dalle parole dello stesso Papa, i "legalisti"ossia i tradizionalisti: "La Chiesa non è una squadra di calcio che cerca tifosi. Non cresce mai per proselitismo ma 'per attrazione. E il proselitismo tra cristiani è in se stesso un peccato grave".
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]