Berlusconi sogna l'America, anzi il Sudamerica: "C'è più democrazia"

18 ottobre 2015, intelligo
Berlusconi sogna l'America, anzi il Sudamerica: 'C'è più democrazia'
Ha deciso di tornare all'attacco, senza mezze misure. "Una volta si sarebbe parlato di situazione sudamericana, oggi gli Stati sudamericani hanno condizioni di certezza democratica ben superiori alle nostre" - ha detto Berlusconi intervenendo telefonicamente a Catania durante una manifestazione di Forza Italia. Nel mirino  Grillo: "E' un signore che nell'ultima campagna elettorale aveva i suoi discorsi pieni di ciò che Hitler aveva detto ai tedeschi nel '33 per conquistare il potere. E' un enorme pericolo" e il Premier Renzi: "E' la faccia nuova della vecchia sinistra".

Sono decisamente lontani i tempi del Patto del Nazareno che aveva riportato il leader di Forza Italia sulla ribalta della scena politica. Poi la pausa forzata, ora il rientro, senza peli sulla lingua e con la convinzione di recuperare il consenso elettorale perso (i sondaggi danno Fi in ripresa): "In nessun paese dell'Occidente c'è una situazione simile, in cui la maggioranza ha in mano tutti gli organi di garanzia, dal Quirinale alla Corte Costituzionale, mentre il leader di una delle maggiori forze di opposizione è stato illegittimamente cacciato dal Parlamento".

Berlusconi critica duramente anche sulla nuova legge elettorale. "La legge elettorale così come è stata fatta assieme alla riforma costituzionale porteranno ad un risultato paradossale: chi ottenesse il consenso del 30% dei votanti avrebbe in mano il Paese. E poiché ormai un italiano su due non va a votare questo significa che con il solo 15% del totale degli italiani aventi diritto al voto si potrà governare il Paese e di fatto scegliere anche le più alte cariche di garanzia".



autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]