Va curato, Don Mazzi non si arrende: "Corona posso ancora recuperarlo"

18 ottobre 2016 ore 14:53, Americo Mascarucci
"Fabrizio Corona va curato, ma non in galera".
Non ha perso le speranze don Antonio Mazzi che ha ospitato l'ex re dei paparazzi nella sua comunità. 
Era convinto di essere riuscito a recuperarlo quasi del tutto, poi è arrivato il nuovo arresto, le nuove accuse e soprattutto quella convinzione degli inquirenti circa una certa attitudine di Corona a delinquere.
Insomma per i giudici Corona sarebbe quasi irrecuperabile.
Non per don Mazzi che spera di poterlo riaccogliere.
Va curato, Don Mazzi non si arrende: 'Corona posso ancora recuperarlo'
Ospite a Mattino 5, Don Mazzi racconta il Fabrizio che conosce lui, quello che per mesi ha visto lavorare e riflettere nella sua comunità: 
"Nei quattro mesi in cui è stato nella mia comunità, si è comportato come tutti gli altri - ha spiegato - Non ho dovuto fare nessuna fatica. I problemi di Corona, come tanti altri, non si possono risolvere in galera. Va curato. Con l'aiuto di uno psichiatra avremmo tirato fuori un Corona diverso. Quello che va in tv, che ostenta sicurezza, fa ridere anche i pali del telefono".

Don Mazzi non ha dubbi: "Io l'ho seguito tanto tempo in cella. Si può rieducare in maniera più umana, civile. Fuori dal carcere. Lui è entrato subito nel clima della comunità, si alzava, faceva un'ora di educazione fisica, lavorava 5 ore, puliva i cessi, ha fatto il suo dibattito e la riflessione.Pensavo che potessimo lavorare di più. Ci vuole pazienza perché sono ragazzi che devono ricostruire la propria identità" ha concluso.
Insomma il sacerdote non si arrende ed è convinto di poter ancora riuscire nell'impresa.
La speranza del resto è sempre l'ultima a morire 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]