Doppio Ljajic e adesso il Torino fa paura: "Vogliamo l'Europa"

18 ottobre 2016 ore 13:29, Andrea De Angelis
Non si nasconde più Sinisa Mihajlovic. Lo aveva detto un mese fa: "Togliere a noi Ljajic e Dybala è come levare alla Juventus Dybala e Higuain". Con la differenza che ai granata ciò è successo davvero, ai bianconeri fortunatamente no. Nonostante questo, i numeri danno ragione all'allenatore serbo e ora i tifosi, dopo una vita, sognano in grande. 

La vittoria contro il Palermo in rimonta non è un caso. Anzi. La squadra è andata sotto dopo essere partita benissimo e, subito il goal, non si è disunita. Ha continuato ad attaccare, dal primo all'ultimo minuto. O forse sarebbe meglio dire il cinquantesimo, perché una volta calato il poker ha alzato un po' il piede dall'acceleratore. 
Avere di nuovo in squadra Ljajic è fondamentale. La fantasia dell'ex giallorosso è la vera arma in più di un tridente da primissima della classe. Belotti non a caso ha raggiunto l'azzurro, mentre l'altro ex romanista (Iago Falque) continua a sfornare assist a ripetizione (ieri altri due). 

Doppio Ljajic e adesso il Torino fa paura: 'Vogliamo l'Europa'
Funziona anche la difesa che ha trovato in Castan e Rossettini (capace di soffiare il posto a Bovo) i titolari. Sulle fasce Zappacosta e Barreca non stanno facendo rimpiangere Molinaro (rottura del crociato e stagione quasi finita per lui) e De Silvestri. In mezzo si parla ancora italiano con la doppia B di Baselli e Benassi, oltre al regista Valdifiori scaricato forse troppo presto dal Napoli. 
Pensare al podio sarebbe un azzardo, ma non pensare all'Europa League un peccato eccessivo. Questa squadra è molto, molto difficile da battere. Ed ora ha imparato anche a vincere in trasferta. 


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]