Focus infezioni, dal Simit allarme animali: attenzione a queste specie

18 ottobre 2016 ore 16:54, intelligo
di Eleonora Baldo

Tanti i temi che verranno discussi in questi giorni a Baveno, meeting point di medici ed esperti specializzati in malattie infettive che si sono dati appuntamento al 19mo Congresso internazionale organizzato da SIMIT-Società italiana malattie infettive e tropicali.

Nei tavoli di discussioni vi sarà spazio sia per tematiche tradizionali sia per tematiche legate a malattie emergenti o riemergenti. Dai temi legati all’antibiotico-resistenza, infezione-malattia da HIV alle infezioni nel paziente immuno-compromesso e fragile, sino alle malattie che vengono trasmesse all’uomo dai nostri animali domestici; temi riuniti dal comune obiettivo di formare il personale specialistico, informare i pazienti e sensibilizzare le istituzioni e i media su questioni che, pur passando in sordina, riguardano la quotidianità di molte persone. Il seminario, che tradizionalmente si svolge a Pavia, sede del primo Dipartimentale Clinico-laboratoristica di Malattie infettive, vedrà la partecipazione di molti giovani, o per dirla con le parole di  Domenico Santoro, direttore dell’Unità di Malattie infettive dell’Azienda ospedaliera Sant’Anna di Como “alle nuove leve dell’infettivologia italiana” a cui verranno dedicati spazi appositi per l’esposizione delle proprie tesi, con le quali concorreranno per i premi e riconoscimenti offerti dalla manifestazione.

Focus infezioni, dal Simit allarme animali: attenzione a queste specie

Un focus particolare, dicevamo, sarà dedicato alle malattie infettive trasmesse all’uomo dagli animali che stanno conoscendo in questi anni un periodo particolarmente “florido”, dovuto alla sempre più diffusa presenza di animali domestici e non. Gli specialisti mettono in guardia, specialmente nei confronti di questa seconda categoria, come ribadisce il Prof. Massimo Galli, Vicepresidente SIMIT e Professore Ordinario di Malattie Infettive all’Università di Milano: “Quando l’animale domestico è un rettile, una tartaruga o un’iguana, incredibilmente anche queste ultime sono molto di moda, è imperativo maneggiarlo con cura” – precisa il luminare-  "Le feci di questi animali albergano di regola salmonelle in grado di infettare anche l’uomo. I ratti domestici, divenuti di recente di moda, in Inghilterra e in Danimarca sono stati segnalati portatori del virus Seul, responsabile della febbre emorragica coreana con sindrome renale. Mettersi in casa un animale selvatico poco noto può riservare brutte sorprese."

A complicare un quadro già complesso concorre anche la sostanziale impreparazione dei centri di ricovero nella gestione della terapia antibiotica di soggetti deboli o immuno-compromessi, come anziani o malati onco-ematologici, dovuto al mancato sviluppo – anche in aree particolarmente ricche di strutture dedicate alla cura di malati critici – di adeguati programmi di gestione per la corretta somministrazione dei farmaci antibiotici. 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]