Olimpiadi 2024, nel derby Roma-Milano Alemanno dà il cartellino giallo a Zingaretti

18 settembre 2013 ore 11:43, Francesca Siciliano
Olimpiadi 2024, nel derby Roma-Milano Alemanno dà il cartellino giallo a Zingaretti
Olimpiadi 2024, proseguono gli incontri. Il prossimo 3 ottobre, infatti, il presidente del Coni, Giovanni Malagò ha “convocato” il sindaco di Roma Ignazio Marino, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni. Per discutere, tra le altre cose, del “derby” Roma-Milano che si è aperto nelle scorse settimane sul chi dovesse ospitare i Giochi olimpici, all'indomani del placet del premier Letta.
Ma l'ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno, per il quale l'affaire Olimpiadi è una ferita aperta (che ancora brucia) non sembra gioire, ma cerca (e trova!) il “pelo nell'uovo”. In una nota postata ieri sul proprio profilo Facebook, infatti, si è lamentato dello “squilibrio” dell'incontro: «E’ una situazione squilibrata che dovrebbe essere corretta con la presenza anche del presidente della Regione Lazio: mi auguro quindi che Zingaretti si faccia immediatamente avanti per partecipare a questo incontro». Poi ha aggiunto: «Abbiamo piena fiducia nella competenza e nella capacità di indirizzo di Malagò, ma riteniamo che tutte le persone che devono difendere non solo gli interessi della nostra città, ma anche le chance di successo del nostro Paese in sede Cio, ci debbano mettere subito la faccia». E Zingaretti, dunque, cosa farà? Nel corso della presentazione del pacchetto risorse per la scuola lo scorso 10 settembre, il Governatore si era espresso favorevolmente riguardo la candidatura di Roma alle Olimpiadi: «Penso sarà una straordinaria avventura e Roma può vincere». Ma da allora non ha più proferito parola sull'argomento, tanto meno ha risposto alla provocazione di Alemanno.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]