Yara, aggredita la sorella di Bossetti: ricoverata

18 settembre 2014 ore 9:58, intelligo
Le era stata fatta trovare la pagina di un quotidiano dedicata al delitto di Yara e al suo presunto assassino qualche ora prima, poi una volta parcheggiata la macchina in garage per andare a trovare il padre malato è stata aggredita da tre uomini. Calci e pugni, urla, attimi di panico anche per chi da mesi in quei palazzi convive con minacce, indiscrezioni, giornalisti.    
Yara, aggredita la sorella di Bossetti: ricoverata
  I tre sarebbero entrati da una porta di sicurezza, rimasta aperta. Un piano, dunque, probabilmente studiato nei minimi dettagli. Dopo le botte l'hanno lasciato a terra, agonizzante. A lanciare l'allarme sarebbe stato proprio un vicino di casa, che come gli altri poi ha preferito non rilasciare dichiarazioni alla stampa. "Abbiamo paura, sì tanta paura", si limitano a dire in molti, stanchi di essere sotto i riflettori da tanto tempo. Per la sorella gemella di Massimo Giuseppe Bossetti, il carpentiere in cella d’isolamento dal 16 giugno per l’omicidio di Yara Gambirasio, è la seconda aggressione subita questa estate. Non è possibile dire se gli uomini sono gli stessi della prima volta, di certo le urla erano uguali: "Bossetti è un'omicida!". La quarantatreenne è stata ricoverata in ospedale. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]