Senato, la Boschi avverte Grasso: “Lo aspettiamo in Aula”

18 settembre 2015, Lucia Bigozzi
Senato, la Boschi avverte Grasso: “Lo aspettiamo in Aula”
Nessun timore, almeno all’esterno. La rottura tra maggioranza e minoranza dem sulla riforma del Senato con l’approdo diretto in Aula del ddl costituzionale, non è elemento che impensierisce il ministro che della riforma è uno dei protagonisti. 

Maria Elena Boschi nell’intervista al Corsera dice che nemmeno i numeri che a Palazzo Madama sono sempre ‘ballerini’ anche per la granitica maggioranza – traversale – renziana, la preoccupano e che la riforma non “sarà stravolta in Aula”. In realtà sono stati proprio i renziani ad andare dritti in Aula, interrompendo il tira e molla aperto da settimane con la minoranza dem che vuole emendare l’ormai famigerato articolo 2 del testo legislativo sulla non elettività dei senatori. 

Il che farebbe pensare a una prova muscolare al momento del voto finale. Tanto più – è la versione dei renziani – che la riforma così com’è, sta già alla terza lettura. La sicurezza della Boschi è la stessa di Renzi che non vuole abbassare troppo l’asticella del compromesso nella maggioranza e dentro al suo partito e tantomeno rischiare che rimettere le mani al pacchetto-Senato possa portare con sé la riapertura del pacchetto-Italicum rispetto al quale Ncd ha già mostrato maldipancia. 

Tra certezze e maldipancia, l’incognita vera a questo punto è il presidente del Senato Grasso che dovrà decidere se considerare emendabile l’articolo 2 sul Senato elettivo. Dalla sua decisione discendono molti effetti, anche per la stabilità del governo. E la Boschi avverte: “Lo aspettiamo in Aula”. 

Ma tra il dire e il fare, il Pd renziano dovrà trovare la quadra, ovvero numeri certi per sconfessare “gufi” e “rosiconi”. Il pallottoliere è già in campo.


autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]