Scoperto il "cerotto" per il cuore dopo l'infarto: la proteina FSTL1

18 settembre 2015, Luca Lippi
Scoperto il 'cerotto' per il cuore dopo l'infarto: la proteina FSTL1
Sulla rivista Nature si leggono i risultati degli ultimi studi dei ricercatori dell'Università di Stanford riguardo la cura dell'infarto e gli effetti degli attacchi cardiaci.

È stata scoperta una proteina che riparerebbe il cuore, ed è stata riconosciuta nella follistatina-like 1 (FSTL1). Se ne parla già da diverso tempo di questa proteina, in tempi recenti resa famosa per aver reso particolarmente muscoloso un topolino di laboratorio; da qui è stata sviluppata la ricerca che ha poi prodotto il risultato eccellente nella ricostruzione del tessuto cardiaco (che è un  muscolo).

Da questo, si aprono nuove frontiere per la cura dell’infarto e la prevenzione o riparazione dei danni derivanti da attacchi cardiaci.

Il problema che si è dovuto affrontare è l’incapacità dei mammiferi di autoriparare completamente il cuore, e fin’ora i ricercatori non sono stati in grado di comprendere questa deficienza biologica. Oggi la comunità scientifica ha a disposizione nuove e importanti informazioni al riguardo.

Lo studio è stato condotto attraverso la sperimentazione sui topi e sui maiali. Negli individui sani la proteina "miracolosa" si trova sull'epicardio (membrana che circonda la parete del cuore).

Conseguentemente ad un infarto, la presenza di questa proteina scompare totalmente, se ne deduce che la sua presenza sia necessaria e sufficiente alla sopravvivenza! Intervenendo tempestivamente, utilizzando una sorta di cerotto bio-ingegnerizzato, che imita il tessuto dell'epicardio di fatto è come se si trapiantasse la proteina sotto forma di riserva per ricomporre i tessuti danneggiati.

La proteina FSTL1 introdotta negli animali infartuati ha avviato la crescita delle cellule del muscolo cardiaco, ripristinando in parte (ma sufficientemente) tutte le funzioni cardiache.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]